• nino_bosco

    Bosco: Bene #Lorenzin. Riordino rete ospedaliera #Sicilia ottima notizia

    Il riordino della rete ospedaliera siciliana è un’ottima notizia e un plauso va al ministro Lorenzin e ai vertici della regione che hanno avviato una proficua collaborazione arrivando ad un risultato importante. Si tratta di un passo in avanti importante che garantirà un servizio più adeguato ed equo ai cittadini siciliani ed una qualità dell’offerta sanitaria più rispondente ai principi di qualità e sicurezza. Ma c’è di più. Con il riordino varato oggi si aprirà la strada anche a nuove assunzioni di personale sanitario, così come stabilito nella legge di stabilità del 2016, e allo sblocco del turn over” lo dichiara, in una nota, Nino Bosco, deputato siciliano di Alternativa popolare.

  • dore-misuraca-400x215

    #Sanità, Misuraca: Per rete siciliana nuova epoca. #Ap decisiva, grazie a #Lorenzin

    “Con il suggello del Ministero della Salute, per la sanità siciliana da oggi si apre una nuova epoca: la nuova rete ospedaliera è realtà. Qualità, merito, efficienza, ottimizzazione sono le parole chiave del nuovo corso. Un plauso al ministro Lorenzin e a quanti hanno consentito di raggiungere questo significativo risultato. Alternativa popolare rivendica un ruolo decisivo quale cerniera politico-istituzionale nel confronto tra Regione e Stato. Da oggi prenderà il via il percorso che consentirà la stabilizzazione di migliaia di precari nella sanità e successivamente nuove assunzioni, aprendo la strada ai tanto attesi concorsi. Un piano che viene incontro alle richieste degli operatori e che, soprattutto, risponde alla domanda di salute proveniente dal territorio, valorizzando i presidi di prossimità, con una dotazione complessiva di oltre 18 mila posti letto tra acuti e postacuti. Da oggi la sanità siciliana si avvia a intraprendere finalmente quel percorso virtuoso che, in pochi anni, potrà portarla ad essere competitiva e protagonista nel panorama sanitario nazionale”. E’ quanto dichiara il deputato di Ap Dore Misuraca.

  • raffaele pdl - RAFFAELE CALABRO' - Fotografo: imagoeconomica

    Calabrò: appello al dialogo per una legge migliore su #Biotestamento

    «Ho ancora speranza che sulle Dichiarazioni Anticipate di trattamento sia possibile un confronto obiettivo, privo di posizioni ideologiche e pregiudizi. Basterebbero poche modifiche migliorative per consegnare al Paese una legge che affermi il diritto all’autodeterminazione del paziente senza sminuire il ruolo del medico e che soprattutto non si presti a interpretazioni forzate che rischiano di condurre a scelte eutanasiche. Il rinvio per l’arrivo del decreto sui voucher può essere un’occasione di cambiamento e di riflessione per tutti». Lo afferma Raffaele Calabrò, relatore di minoranza sulla legge sul consenso informato.

  • minardo1

    Minardo: Bene #Lorenzin su ospedali #Modica, #Ragusa e #Vittoria

    Il Ministero della Salute “corregge” un’altra discordanza contenuta nel piano sanitario della rete ospedaliera regionale della Sicilia che poco fa ha approvato definitivamente. Un altro refuso che, immediatamente dopo il parere favorevole al documento dalla commissione sanità all’Ars, ho segnalato insieme al sindaco di Modica Ignazio Abbate, con una nota inviata lo scorso venerdì al Ministro Lorenzin e che tempestivamente ha rivisto dando parere favorevole e inserendo una specifica prescrizione. Si tratta dell’attivazione di 8 posti letto di astanteria o meglio conosciuti di osservazione breve intensiva al pronto soccorso, non previsti stranamente dalla nuova rete ospedaliera deliberata alla Regione, fattore che confliggeva innanzitutto con i numeri, con i posti letto invece previsti per Ragusa e Vittoria e con l’elevazione del pronto soccorso a Dea, dipartimento emergenza, di primo livello. Un altro buon risultato raggiunto in extremis grazie all’intervento del Ministro Lorenzin che ha immediatamente ovviato a questa ulteriore “difformità”. In definitiva un piano che erige gli ospedali riuniti di Modica e Scicli a spoke, rispetto alla assurda prima ipotesi che prevedeva il declassamento voluto dalla regione ad ospedale di base, che guadagnano gli 8 posti di OBI, 10 di neurologia e 4 di oncologia al Maggiore e 10 di medicina al Busacca e perdono il reparto di malattie infettive. Avere tre spoke in provincia di Ragusa deve significare una cosa in assoluto: assicurare a tutti i cittadini, ovunque si trovino, una tempestiva ed efficace assistenza, specie nelle ipotesi di patologie acute gravi, a tutela della loro vita e della loro salute, ciò sarà possibile solo se si riesce sin da subito ad attuare il piano seguendo le linee programmatiche al fine di equilibrare l’offerta sanitaria. Ringrazio Beatrice Lorenzin, ministro della salute, per l’attenzione prestata all’ospedale della mia città e per aver contribuito in maniera risolutiva e determinata ad evitare ciò che sarebbe apparso uno scippo ingiustificato e senza un valido motivo. Così in una nota il deputato di Alternativa popolare, Nino Minardo.

  • aeroporto reggio pp_numeri-utili

    Garofalo: Per salvare #AeroportoReggio serve piano tecnico urgente

    “Parlo da messinese: l’aeroporto a Reggio, il più a meridione della penisola, è necessario come strumento di libertà. E bisogna dirci in faccia la verità: i cinque milioni di euro di perdite al Tito Minniti non sono causati dai voli che avevano buoni coefficienti di riempimento e venivano apprezzati dai passeggeri ma, semmai, da altre scelte evidentemente poco oculate da parte di Alitalia”.

    Così il vicepresidente della commissione trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo, nel corso dell’audizione informale del presidente della regione Calabria.
    “Il tema da affrontare se non si vuole condannare alla chiusura l’aeroporto è cosa offrire ai passeggeri perché scelgano il Tito Minniti. Non basta l’impegno della politica. Ci vuole un piano tecnico di interventi che trovi soluzioni e dia vita a un sistema appetibile.
    Si deve intervenire presto – ha concluso Garofalo – perché se l’offerta rimane quella attuale i cittadini si abitueranno, come stanno già facendo, a non tenere in considerazione questo aeroporto e il danno diventerà irreparabile”.

  • Fabrizio Cicchitto

    #Siria, Cicchitto: esercito #Assad continua in azione terroristica

    Siria, Cicchitto: esercito Assad continua in azione terroristica. Ha gettato la maschera

    “Ancora una volta in Siria l’esercito di Assad getta la maschera e continua nella sua azione terroristica”. Lo afferma in una nota il deputato di Alternativa popolare Fabrizio Cicchitto.

  • AA2017-04-04-PHOTO-00004595

    ALFANO: DATI POSITIVI #OCCUPAZIONE DOVUTI A STABILITÀ DATA DA #AP

    “Questo governo è nato nel tentativo di fare andare meglio le cose, noi stopperemo ogni tentativo di farle andare peggio”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a margine della Direzione nazionale di Alternativa Popolare. “Abbiamo governato per 3 anni con un presidente del Consiglio a cui diamo atto di aver compiuto una rottura con la sinistra, per la quale ha subito anche una scissione”, ha aggiunto il leader di Ap, riferendosi ai 1000 giorni del governo Renzi. “Questi indici, la disoccupazione che cala e l’occupazione che cresce lo si devono a una sola parola: stabilità. E l’abbiamo data noi, perche’ se non ci fossimo stati noi questo governo sarebbe durato pochissimo”, ha proseguito Alfano.

  • ANGELINOALFANO2017-04-04-PHOTO-00004596

    ALFANO: #AP NON FARÀ STRATTONARE #GENTILONI DA #CGIL

    “Alternativa popolare e’ nata per andare avanti e non per tornare indietro e se la decisione di una certa sinistra è quella di ingranare la retromarcia, noi non ci staremmo”. Così il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, a margine della Direzione nazionale di Alternativa popolare. “Pensiamo che il presidente Gentiloni stia facendo un buon lavoro di mediazione – ha aggiunto – e noi saremo la parte che non lo farà strattonare da una Cgil che proprio mentre abbiamo un calo della disoccupazione ritiene che si debbano rimettere in funzione tutti quegli strumenti che la generano”.

  • Lupi

    LUPI: GOVERNO NON È MONOCOLORE #PD, CON #BIANCONI DA #GENTILONI

    Oggi alle 17.30 io e la capogruppo al Senato, Laura Bianconi saremo ricevuti dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, a cui diremo che la prospettiva del governo non può essere la marcia indietro sulle riforme. Gentiloni ha coscienza che il governo non è un monocolore del Pd e non può stare appeso al congresso del Pd”. Lo annuncia il capogruppo di Alternativa popolare alla Camera Maurizio Lupi, arrivando alla direzione del partito.