• img_5704-6.jpg

    LUPI, DATI #ISTAT CONFERMANO BONTA’ RIFORME, ORA #LEGGEBILANCIO CHE AIUTI #FAMIGLIE E #IMPRESE

    “I dati dell’economia continuano a confermare la bontà delle riforme dei governi che, pur formati da forze di estrazione politica diversa, hanno accettato la sfida di portare il paese fuori della crisi. Ora l’ultimo atto, una legge di bilancio che aiuti le famiglie, vero agente di welfare in questi anni di crisi, e sostenga il rilancio delle imprese, solo così, infatti, si crea lavoro e occupazione”.
    Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Alternativa popolare.
  • alliimmagini.quotidiano.net

    #REGENI, ALLI: AMBASCIATORE AL CAIRO UNICA VIA PER VERITÀ

    L’obiettivo del Governo è da sempre la ricerca della verità sul caso Regeni che ha lasciato una ferita viva nei nostri cuori. Dunque, alla luce dei progressi nella collaborazione con le autorità giudiziarie egiziane, attestati dalla nostra magistratura, che sta facendo un ottimo lavoro, la soluzione di rimandare l’ambasciatore al Cairo è la sola via realistica e possibile per sperare di arrivare al completo accertamento della verità. L’azione del ministro Alfano è stata dettata da lungimiranza diplomatica”. A dirlo è Paolo Alli, Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato e deputato di Alternativa Popolare.

    “Sono certo – aggiunge – che lo comprenderà la famiglia Regeni, che ha dimostrato una grande dignità che non viene assolutamente calpestata dalla decisione del Governo. Non mi illudo che lo capiscano i tanti che vogliono solamente speculare su questa vicenda per propria utilità politica personale”.
    E conclude: “Non mancherà il mio impegno personale in Parlamento e in tutte le sedi internazionali, a partire dalla Assemblea Parlamentare della Nato, per sostenere qualsiasi iniziativa che porti al completo accertamento della verità”.
  • nato_2

    #IMMIGRAZIONE, ALLI: PER #NATO NESSUN NESSO CON #TERRORISMO

    “Non mi risulta che in ambito NATO siano mai stati sollevati allarmi specifici su una presunta correlazione tra immigrazione in Italia e rischi per la sicurezza a livello terroristico. In 4 anni di frequentazione dell’assemblea parlamentare che oggi presiedo, non ho mai sentito paventare in rapporti, relazioni, discorsi, alcun nesso diretto tra immigrazione e terrorismo. Siamo ben consapevole che i terroristi del Bataclan non hanno bisogno dei barconi. Viaggiano in business, hanno passaporti europei e spesso sono cittadini europei”. Così Paolo Alli, Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato, in una intervista a La Verità in merito alle frasi che Matteo Renzi, nel libro e in un comizio, ha attribuito al segretario generale della Nato.

    “Nei miei frequenti contatti diretti con il Segretario Generale – continua – non si è mai parlato di una cosa simile. Si è sempre, ovviamente, esaminato con attenzione il tema delle migrazioni. Anche se l’ottica Nato è più legata alla sicurezza nei paesi d’origine che alle destinazioni. Siamo interessati alla stabilità dei Paesi di partenza, che molto spesso, quando viene meno, è la causa dei flussi. Il segretario Stoltenberg sarà ospite al Meeting di Rimini con il ministro degli Esteri, Angelino Alfano, tra pochi giorni, giovedì 24 agosto. Una visita importante, nella quale si toccheranno i temi della sicurezza del mediterraneo e la Libia. Magari avrà occasione di chiarire il suo vero pensiero”.

  • lupi3images

    #Centrafrica, Lupi: Appello #Papa per i #cristiani perseguitati non cada nel vuoto

    “La comunità internazionale non può restare indifferente di fronte all’appello di Papa Francesco a causa dei crimini perpetrati contro le comunità cristiane nel mondo. Solo negli ultimi giorni la violenza omicida ha colpito i cristiani in Nigeria e nella Repubblica Centrafricana. Chi ha responsabilità politiche deve lavorare insieme per difenderle e garantire la libertà religiosa, base di tutti i diritti. L’Unione europea si faccia promotrice della convocazione di una conferenza internazionale sulla libertà di vivere ed esprimere pubblicamente la propria religione. La strage di cristiani a cui stiamo assistendo passivamente da anni ha ormai superato, lo dice sempre Papa Francesco, le persecuzioni dei primi secoli”. Lo dichiara Maurizio Lupi. presidente dei deputati di Alternativa popolare.

     

  • tancredi

    #Industria, Tancredi: #Ap determinante per ‘cambio verso’, frutto lavoro insieme a Pd

    “La notizia odierna del balzo della produzione industriale fa il paio con le altre recenti rilevazioni statistiche sulla disoccupazione in calo, inclusa quella giovanile, e con il Pil che cresce. Se questo ‘cambio verso’ è stato possibile è anche grazie al contributo di Ncd prima e Alternativa popolare ora, alla nostra visione liberale con la quale siamo riusciti a dare imprinting alle riforme. In merito giustamente il ministro Martina rivendica gli interventi sull’Ires, sul taglio dell’Irap e la nuova Sabatini, fortemente voluti da Ap e che hanno contribuito a trainare la ripresa del settore. Il trend positivo dunque si sta consolidando, stiamo raccogliendo i frutti di questi anni di lavoro portato avanti insieme al Pd riformista e a sostegno dei governi Renzi e Gentiloni. Un quadro che premia gli sforzi e che conferma la bontà delle nostre sofferte scelte politiche. La strada è quella giusta. Ora avanti con la legge di Bilancio, per un ulteriore abbattimento delle tasse e del costo del lavoro, unito a più investimenti e meno burocrazia”. È quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

  • produzione-industriale

    #Industria, Marotta: Dati confermano scelta giusta #Ap, ora serve #Centro come forza determinante

    “La crescita della produzione industriale è il vero segnale che l’economia è in netta ripresa. Se ciò è possibile è, senza dubbio, anche grazie al decisivo contributo di Ap nell’approvazione delle riforme di questi anni. Per questo piena fiducia al nostro leader Angelino Alfano e al capogruppo Lupi, i quali con la scelta operata quattro anni fa hanno consentito all’Italia di uscire fuori dalla crisi e di guardare al futuro con una prospettiva molto più serena e positiva per gli italiani”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Nino Marotta.

    “Allo stesso tempo pieno sostegno sulla strategia politica che stanno portando avanti, dall’imminente voto in Sicilia al quadro nazionale. Sono convinto che, in entrambi i casi, saremo determinanti quale forza di Centro rappresentativa, al di là di formule vuote e lontane dalla realtà, di una vasta area moderata, popolare e riformista. Un’area nella quale si possano riconoscere tutte quelle forze che fanno riferimento ai valori e agli obiettivi del Ppe, da sempre volano rispetto a una politica riformista che metta l’Italia al centro di imprescindibili principi di solidarietà. Questa – prosegue Marotta – è la nostra visione di politica europea che si deve aprire finalmente, al di là dei nazionalismi delle singole realtà, a valori universali e che rilanci l’Ue verso obiettivi che possono effettivamente costruire un’Europa quale potenza non solo economica ma anche politica, punto di riferimento nel sistema mondiale”.

  • F35 f16a5972-7b7d-11e7-8e8c-39c623892090

    #F35, ALLI: DA #CORTECONTI GIUDIZIO AMPIAMENTE POSITIVO. NECESSARIO LEGGERLO TUTTO

    Dal rapporto della Corte dei Conti sul programma Joint Strike Fighter (JSF), che ha per oggetto la produzione dei velivoli F-35, emergono ragioni inequivocabili per un giudizio largamente positivo sulla prosecuzione del programma da parte del nostro Paese. Considerazioni molto puntuali e ineccepibili, che dovrebbero chiarire definitivamente le idee a chi, anche in Parlamento, ha spesso parlato di progetto tecnologicamente inadeguato e di scelta economicamente non giustificata. È auspicabile che i nostri ottimi giornalisti e molti colleghi parlamentari abbiano la pazienza di leggerlo per intero”. Così Paolo Alli, Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato e deputato di Alternativa Popolare in Commissione Affari Esteri, in una lettera pubblicata sul sito Formiche.net.
    “Nel suo documento – spiega Alli – la Corte dei Conti anzitutto evidenzia il fatto che, sul piano economico, nonostante i tagli fatti nel 2012 e nel 2016, l’investimento rimane in grado di generare per la nostra industria notevoli benefici in termini di occupazione e di introiti, mentre i tagli, anziché generare un risparmio, rischiano di ridurre le opportunità per il Paese. Ma, soprattutto, mette in evidenza due aspetti chiave: la vastità dell’intero progetto che, dice la Corte, “evidenzia la sua rilevanza nel tempo e la sostanziale sterilizzazione di possibili programmi analoghi”. Come a dire che non esistono oggi nel mondo programmi alternativi altrettanto validi. Il secondo aspetto sottolineato è quello dell’altissimo livello della tecnologia impiegata, a proposito del quale la Corte parla letteralmente di “possibilità di fruire di un livello tecnologico non disponibile attualmente nel Paese”. In altri termini, uscire dal progetto significherebbe restare indietro nel campo delle tecnologie aerospaziali rispetto a molti altri Paesi. Sono queste due considerazioni assolutamente fondamentali che confermano la bontà della partecipazione italiana al programma”.
  • Enzo Garofalo

    #Infrastrutture, Garofalo: Dal #Cipe due gol per sviluppo #Paese, ora accelerare sui cantieri

    “Ieri il Cipe ha messo a segno due gol importantissimi nella partita di sviluppo infrastrutturale e dei trasporti del Paese, del Sud in particolare. L’approvazione del contratto di programma con Rfi e quello con Anas segnano infatti una svolta nella messa a punto e nel potenziamento di tutta la nostra rete infrastrutturale, su gomma e su ferro. Interventi tanto attesi che salutiamo con soddisfazione. Alternativa popolare infatti ha sempre ritenuto prioritario e strategico realizzare maggiori investimenti, ed è quello che sta facendo questo Governo, anche grazie al nostro contributo. Allo stesso tempo, però, serve una decisa semplificazione burocratica. Gli investimenti infatti, come segnalato dall’Ance in questi giorni, sono rallentati nonostante le risorse economiche messe in campo siano tante. Bisogna quindi raccogliere l’appello dell’Associazione dei costruttori, aprire i cantieri, accelerare e rimuovere tutti gli ostacoli che rallentano la spesa. Una spesa utile e imprescindibile se vogliamo davvero ammodernare il Paese, rilanciare il Sud e sostenere e consolidare la crescita e il lavoro”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo, di Alternativa popolare.

  • attacco chiesa nigeriaimages

    ALLI: ATTACCO #NIGERIA È AFFRONTO A CIVILTÀ OCCIDENTALE. NON ABBASSARE GUARDIA SU #CRISTIANI PERSEGUITATI

     “L’attacco alla chiesa cattolica a Ozubulu in Nigeria, oltretutto nel momento in cui si celebrava la Santa Messa, è un affronto alle radici cristiane della civiltà occidentale e alla libertà di tutti. La comunità internazionale deve tenere alta la guardia sulla situazione dei cristiani perseguitati nel mondo, soprattutto in aree di conflitto dove i diritti minimi stentano ad essere tutelati, aiutando queste comunità e difendendone la libertà di espressione”. A dirlo è Paolo Alli, Presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato e deputato di Alternativa popolare in commissione Affari Esteri.
    “La libertà religiosa – aggiunge – riguarda tutti ed è la base per creare società moderne e inclusive. È ormai diventato necessario e urgente bloccare questa escalation di attacchi contro le minoranze religiose e, in particolare, contro i cristiani. Garantire la libertà è un principio imprescindibile della nostra cultura e della politica italiana che va difeso e affermato laddove persistono regimi dispotici”.
    E conclude: “Il Governo italiano, per parte sua, ha posto in essere alcuni strumenti adatti a monitorare la situazione, come il data base per la comparazione tra le legislazioni esistenti nel mondo sulla libertà religiosa e la tutela delle minoranze. Proprio di recente il ministro Alfano ha presentato il nuovo Osservatorio del Ministero degli Affari Esteri sulle minoranze religiose nel mondo e sul rispetto della libertà religiosa”.
  • marottaimage

    Marotta: Bene ddl #equocompenso in Cdm, #Ap sostiene battaglia per #avvocati

    “È un’ottima notizia la decisione del Governo di portare lunedì in Cdm il ddl sull’equo compenso. Un impegno mantenuto da parte del ministro Orlando, che aveva anche ribadito rispondendo a una specifica interrogazione di Ap. Si tratta infatti di una battaglia del nostro partito, e mia in particolare, portata avanti da mesi, tra iniziative parlamentari e il sostengo alle manifestazioni promosse dalle categorie nelle scorse settimane. Siamo convinti infatti che i professionisti, e in particolare i giovani avvocati, abbiano il diritto a una retribuzione equa della propria attività e che vada rafforzata la loro posizione contrattuale soprattutto nei confronti dei poteri forti, mi riferisco a banche e assicurazioni. Attendiamo che il testo sia licenziato dal Cdm. Sono certo che si tratterà di una buona base di partenza e che, alla ripresa dei lavori, il Parlamento saprà darne rapida approvazione, se serve anche migliorandolo, con il contributo e il sostegno di Alternativa popolare”. È quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.