• banca italia

    #Bankitalia, Tancredi: Istituzione criticabile ma no a processi sommari

    “Il gruppo di Alternativa popolare vota contro la mozione del M5S e contro ogni mozione del genere. Non è un metodo ortodosso per un Parlamento entrare in una decisione che spetta al capo dello Stato e all’Esecutivo” lo ha detto Paolo Tancredi, deputato di Ap e capogruppo in commissione Bilancio della Camera, in Aula durante il voto sulle mozioni Bankitalia.

    Banca d’Italia può e deve essere criticabile, sottoposta anche alla responsabilità degli atti di vigilanza che compie ma rimane un’istituzione di questo Paese di valore altissimo valore, difficilmente paragonabile con altre istituzioni per quanto riguarda integrità, capacità, cultura e professionalità che porta al suo interno. Per questo, non possiamo permetterci un processo aperto al comportamento di Banca d’Italia, perché metterebbe in discussione tutto il nostro sistema bancario agli occhi degli investitori, dei creditori, dei clienti, ma anche agli occhi dei mercati internazionali in un momento in cui abbiamo recuperato una stabilità del sistema bancario” ha spiegato Tancredi.

    “Siamo nel pieno di un’attività ispettiva del Parlamento molto forte, la Commissione finanze del Senato ha già fatto due indagini conoscitive e da due settimane è partita la Commissione d’inchiesta sulla sistema bancario italiano. Riteniamo che sia quello il luogo idoneo per discutere della storia del sistema bancario italiano in questi anni, storia a cui ha contribuito nel bene e nel male, questo non c’è dubbio, anche l’autorità di vigilanza. Il Parlamento deve porre la questione della legislazione legata alle attività di vigilanza e all’atteggiamento dell’istituzione Banca d’Italia in generale ma nel merito e nel metodo rifiutiamo la logica dei processi sommari attraverso le mozioni” ha concluso.

  • tancredi

    Tancredi: #Pd si unisca a noi, decontribuzione #over50 in #LeggeBilancio

    “Da settimane Alternativa popolare ha posto l’accento sulla necessità che nella legge di Bilancio la decontribuzione per le nuove assunzioni fosse strutturale e non solo per i giovani ma anche per gli over 50 che hanno perso il lavoro. Il Cdm ieri ha recepito solo parte delle nostre proposte, inclusa la decontribuzione totale per i nuovi assunti al Sud. Oggi il segretario del Pd Renzi accoglie anche la proposta, rilanciata questa mattina dal coordinatore di Ap Maurizio Lupi, di dare risposta ai cinquantenni che si trovano fuori dal mercato del lavoro. Benissimo. Ma una risposta bisogna trovarla adesso, non nella prossima legislatura. Il Pd si unisca a noi in questo impegno durante l’iter parlamentare della manovra”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

  • lupicoffeebreak2017-02-22-PHOTO-00003578

    #Sicilia, Lupi: #DiMaio misuri parole, non urlare sempre al complotto

    Di Maio stia attento all’uso delle parole: faremo di tutto per bloccare la legge elettorale, che cosa vuol dire di tutto? L’altro giorno ha parlato di atto eversivo, sa che cosa è stata l’eversione nella storia del nostro Paese? Vuole gli osservatori dell’Osce per le elezioni in Sicilia, pensi piuttosto a regolamentare le proprie primarie o parlamentarie che siano, che quando il risultato non soddisfa i leader le annullano come è successo a Genova. Faccio un appello a tutti: torniamo alla serietà della politica. Ed evitiamo, ogni volta che una legge non ci piace, di gridare sempre al complotto“. Lo ha dichiarato il coordinatore nazionale di Ap Maurizio Lupi intervenendo a CoffeeBreak su La7.
     
     
  • lupicoffeebreak12017-02-22-PHOTO-00003579

    #Manovra, Lupi: Estendere decontribuzione anche a #over50

    “Famiglia, imprese e lavoro. Questi sono i pilastri su cui investire. Bene la decontribuzione per chi assume i giovani, bisogna estenderla anche a chi perde il lavoro dopo i 50 anni. Questi ultimi rischiano di stare in un limbo che non è sopportabile. Quindi se abbiamo un euro non dobbiamo investirlo per il reddito di cittadinanza ma sul lavoro. La nostra attenzione è rivolta anche alla famiglia, l’unico ammortizzatore sociale che ha retto la crisi. Altro pilastro è l’impresa. Abbiamo detto no all’aumento delle tasse o dell’Iva, avrebbe rappresentato un freno alla crescita.”. Lo ha detto il coordinatore nazionale di Ap Maurizio Lupi, intervenendo a Coffee Break.