• AAla7

    Alfano a L’aria che tira

    Allerta elevata, ottimo lavoro prevenzione

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – Il livello di allerta dell’Italia contro il rischio terrorismo “e’ elevato, abbiamo fatto un ottimo lavoro di prevenzione per diminuire il coefficiente di rischio”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al programma ‘L’aria che tira’ su La7. IL ministro ha poi negato che l’episodio dell’uomo con il fucile giocattolo passando indisturbato dalla stazione Termini pochi giorni fa rappresenti un vulnus. “Il sistema di allarme anti-terrorismo – ha osservato – e’ scattato in pochi minuti, abbiamo fatto tutte le verifiche e rintracciato l’uomo in poche ore e l’abbiamo chiusa li'”. (ANSA).

    2015 anno con meno reati degli ultimi 10

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – Nel 2015 si e’ registrato un calo del 9% dei reati rispetto all’anno precedente. Si tratta del minimo nell’ultimo decennio. Le rapine sono calate del 13%, i furti del 9%. Una leggera crescita l’hanno segnata le estorsioni. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al programma ‘L’aria che tira’ su La7. (ANSA).

    Misure per spoglie Padre Pio?Siamo Paese sotto stress

    Roma, 3 feb. (LaPresse) – “Misure di sicurezza eccessive per spoglie di Padre Pio? Siamo un Paese permanentemente sotto stress da molto tempo, abbiamo terminato di ospitare l’Expo e tutto è andato bene. Abbiamo superato anche l’8 dicembre e il Giubileo: quel giorno l’unico problema è stato un italiano che tentava di entrare a San Pietro con un coltello a serramanico”. Lo ha detto durante ‘L’aria che tira’ su La7 Angelino Alfano, ministro dell’Interno.

    Ripensare legittima difesa

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – “Sono contento per la richiesta archiviazione di Graziano Stacchio: spero ci sia l’archiviazione, ma decidono i giudici. Abbiamo comunque necessita’ di ripensare il concetto di legittima difesa, estendendone i confini senza ideologizzare e senza andare appresso alla Lega”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al programma ‘L’aria che tira’ su La7. (ANSA).

    Pd rifletta prima di dire no Valuti rischi, larga parte italiani non vuole adozioni

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – “Speriamo che il Pd rifletta bene prima di dire no alla nostra proposta, valutando rischi e opportunita’”. Lo dice il leader di Ncd Angelino Alfano intervistato dal Tg5 sulle unioni civili, ribadendo il no del partito alle adozioni. “Il Pd ha la grande opportunita’ di recuperare gran parte del parlamento, con un’ipotesi di buon senso – aggiunge – Togliamo questa cosa delle adozioni, che larga parte degli italiani non vogliono davvero”. Alfano ha poi sostenuto che Ncd votera’ compatto per il no alle adozioni “Siamo contro le adozioni e lo diremo sia pubblicamente sia con il voto segreto. Saremo assolutamente coerenti e compatti”.(ANSA).

    Asse M5s-Pd sarebbe segnale traumatico

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – Se Pd e M5S voteranno insieme il provvedimento sulle unioni civili “sara’ un fatto grave, negativo e traumatico. Se Renzi se lo risparmia fa il bene dell’Italia”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al programma ‘L’aria che tira’ su La7, sottolineando che “noi non minacciamo crisi, non credo sarebbe una mossa intelligente. Quando ci sono argomenti che investono la coscienza il Governo farebbe un errore ad intervenire”. (ANSA).

    Dopo referendum decideremo cosa fare

    ‘Confluire nel Pd? Io nono sono di sinistra’

    (ANSA) – ROMA, 3 FEB – “Dopo il referendum costituzionale ci riuniremo e decideremo il da farsi, valuteremo se proseguire o no” con l’esperienza di Governo. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al programma ‘L’aria che tira’ su La7, negando l’ipotesi che Ncd possa confluire nel Pd. “Il Pd – ha rilevato – e’ un partito di sinistra ed io non sono di sinistra”. (ANSA).

    Il ministro ha poi rivendicato il suo percorso politico. “Se non c’ero io che litigavo con Berlusconi – ha ricordato – col mio gesto di coraggio senza finanziamento pubblico ed un editore alle spalle, oggi non ci sarebbe Renzi, ma il Paese sarebbe in mano a Grillo. Due anni fa si stava peggio e ora si sta meglio”. (ANSA).