• lupi1images

    #Biotestamento, Lupi: L’obiezione di coscienza è un diritto non comprimibile

    Negare la possibilità dell’obiezione di coscienza su una tema così eticamente delicato come la sospensione di alimentazione e idratazione ai malati è un regresso giuridico grave e un precedente pericoloso. Ha ragione il presidente dei vescovi italiani, il cardinale Bassetti: nel caso del biotestamento l’obiezione di coscienza è un diritto che va riconosciuto non solo a livello delle persone ma anche alle strutture ospedaliere cattoliche. A tutte le strutture private, aggiungo io, che non condividono la deriva eutanasica e di apertura al suicidio assistito di questa legge. La nostra civiltà riconosce il primato della libertà di coscienza. Negarla mina alle fondamenta i principi stessi del vivere comunitario“. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Noi con l’Italia.