• alfano

    Garofalo: Da #Alfano gesto nobile. Grazie ad #Ap importanti risultati

    La decisione di Angelino Alfano di non candidarsi alle prossime elezioni politiche è la prova tangibile del suo senso di responsabilità politica e della sua grande generosità”.così il deputato di Alternativa popolare, Vincenzo Garofalo. “La sua scelta dà prova tangibile dell’amore verso un progetto nel quale ha creduto fortemente e che ha consentito alla squadra che con lui lo ha condiviso, di raggiungere risultati importanti per il Paese. Risultati che, in un periodo di forte crisi, come quello che l’Italia ha attraversato negli ultimi anni, senza Alternativa Popolare non sarebbero stati raggiunti. Al leader del partito di cui faccio parte e all’amico Angelino Alfano manifesto, ancora una volta, la mia più sincera e profonda stima come uomo e come politico e il mio grazie per quanto ha fatto fino ad oggi nell’interesse del Paese”.

  • angelinoalfano

    #Alfano, Lupi: Un gesto forte che riscatta la dignità della politica

    “Angelino Alfano ha scelto di non ricandidarsi alle prossime elezioni politiche. È una scelta personale e politica nello stesso tempo, nel senso della nostra idea di politica. Alfano è stato il volto pubblico della scelta fatta da molti di noi il 17 novembre 2013, quando abbiamo dimostrato che fare politica vuol dire anteporre l’interesse dell’Italia al legittimo interesse del proprio partito. Una politica seria che si assume la responsabilità di non lasciare il Paese senza governo in un grave momento di crisi economica, una politica che si rimbocca le maniche e collabora con partiti diversi per storia e cultura da quello in cui militiamo per dare risposte concrete alle famiglie e alle imprese. Questo è quello che abbiamo fatto nel corso di questi cinque anni. Anni in cui Angelino Alfano ha avuto insieme ad oneri e onori insulti di tutti i generi: poltronista e traditore i due più frequenti. Con il gesto di oggi testimonia ancora una volta che la ragione sua e nostra per l’azione di governo era il coraggio delle nostre idee e del compito che ci eravamo assunti. Una responsabilità che non verrà misurata dalle polemiche politiche, ma solo, come sta succedendo, dai risultati. La politica è servizio, ma oggi sembra che tutto questo sia dimenticato, e allora capisco che un gesto personale e forte come il suo possa aiutare a ridare dignità alla politica e a continuare con forza nella storia che con lui abbiamo iniziato”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare
  • lupi1images

    #Biotestamento, Lupi: Accogliere nostre richieste o voteremo no

    Sul biotestamento hanno voluto forzare i tempi, ora nessuna scorciatoia, si discuta approfonditamente nel merito. Se non verranno accolte le nostre richieste sul ruolo del medico e su alimentazione e idratazione, che non sono trattamenti medici, Alternativa popolare voterà no. La libertà di coscienza in questi casi è scontata, ma non è la rinuncia a una posizione precisa che, ribadisco, se la norma non viene modificata è nettamente contraria”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa Popolare.

  • Vignali Raffaello

    #BIOTESTAMENTO, VIGNALI: LEGGE SBAGLIATA, #FAKENEWS VALGONO PIÙ DI SCIENZA MEDICA

    Il testo della proposta di legge sul biotestamento è disastrosa. Fa prevalere l’opinione del paziente – aumentata dalle fake news pseudoscientifiche – sulla scienza e coscienza medica. Le decisioni su casi così delicati vanno lasciate al rapporto tra paziente, famiglia e medico”. Lo afferma Raffaello Vignali, capogruppo di AP in commissione Attività produttive. “La linea seguita sul biotestamento – prosegue Vignali – è il contrario di quanto fatto dal Governo in merito ai vaccini e inoltre, – spiega – , l’articolo 2 della proposta di legge, che riguarda la scelta per minori e incapaci, potrà consentire ai genitori di sottrarre i propri figli dall’obbligo della vaccinazione. Infatti, se è vero che una norma specifica dovrebbe prevalere su quella generale, è altrettanto vero che non impedirà a nessun giudice di decidere in senso opposto”. “Non serve nessuna legge. Questo testo – conclude Vignali – è solo il cavallo di Troia per aprire alla legalizzazione dell’eutanasia”.

  • AP24174438_1686529348076166_509896297285129927_n

    AP: Querela è unica risposta a inammissibili dichiarazioni #DiBattista

    Le dichiarazioni dell’onorevole Alessandro Di Battista durante la registrazione del programma televisivo ‘Propaganda Live’ nei confronti dei parlamentari di Alternativa popolare sono inqualificabili e inammissibili. In questi casi l’unica risposta è la querela che ogni singolo deputato e senatore di Alternativa popolare sporgerà nei confronti dell’onorevole Di Battista e di chi diffonde queste sue gratuite diffamazioni”. I gruppi di Alternativa popolare della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

  • lupi3images

    #Biotestamento, Lupi: Ribadiamo il nostro no. Il #Pd se la voti con i #5Stelle

    “Purtroppo vedo che anche la legge sul testamento biologico sta diventando occasione di sfida solo politica fra 5 Stelle e Pd, dove l’uno sfida l’altro a fare meno chiacchiere e a portarla subito in Aula al Senato. Invece su questa legge ‘chiacchiere’ bisogna farne ancora molte, ma approfondite, serie. Non si può certo decidere con un voto di fiducia se si può sospendere il dare da bere e da mangiare, che non sono cure mediche, a un malato, né se il medico abbia ancora una funzione di cura nel rapporto con i suoi pazienti o debba ridursi a fare il notaio di disposizioni scritte magari dieci anni prima di ammalarsi. Noi questa legge così com’è scritta non la votiamo. È una norma che lascia sole le persone e apre la porta all’eutanasia. Se il Pd vuole fare maggioranza con i 5 Stelle se ne assuma la responsabilità”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare.

  • imagestancredi

    Banche, Tancredi: Caso #Etruria strumentalizzato, ma no a screditare istituti vigilanza

    “Se ce ne fosse ancora bisogno con l’audizione del pm di Arezzo in commissione d’inchiesta sulle vicende di banca Etruria, è stato sgombrato il campo da presunti conflitti di interesse per l’ex ministro Boschi e da eventuali responsabilità del padre. E’ chiaro quindi come il caso sia stato strumentalizzato politicamente in questi mesi”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Paolo Tancredi, componente della commissione di inchiesta sulle banche. “Allo stesso tempo – prosegue – le audizioni fin qui svolte, comprese quelle riguardanti altre crisi bancarie, hanno messo in luce carenze sistemiche e strutturali nell’apparato di vigilanza e controllo, sulle quali naturalmente va fatta una approfondita riflessione. Ciò al di là di quelle che sono, accertate, le macroscopiche responsabilità di management di banche e dei singoli soggetti. Detto questo, però, dobbiamo stare in guardia dai rischi di una demolizione delle istituzioni preposte alla vigilanza del credito italiano. Sarebbe un indebolimento di tutta la credibilità generale e dell’intero sistema Paese. E questo non possiamo metterlo in discussione”.

  • marotta

    #dlFiscale, Marotta: #Equocompenso è realtà, nonostante #Antitrust

    Con il via libera al dl fiscale l’equo compenso per i professionisti finalmente è realtà, con buona pace per l’Antitrust. Da Alternativa popolare grande soddisfazione per una misura sulla quale ci siamo spesi per mesi, andando avanti anche quando ormai si erano perse le speranze. Siamo stati i primi a intervenire, con interrogazioni e altri atti parlamentari, per riportare il tema nell’agenda del dibattito parlamentare. E oggi il Parlamento, nella sua piena autonomia e sovranità, ha approvato questa norma, superando anche i tardivi rilievi dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato. Una norma attraverso la quale molti giovani, non solo avvocati, saranno posti nella condizione di svolgere la propria professione in maniera dignitosa”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.

  • lupi biotestamento24058868_10156100940873694_6873668976031748423_n

    #Biotestamento, Lupi: Nessun accordo tacito, niente fiducia, se non cambia il testo voteremo no

    “A scanso degli equivoci possibili dalla lettura di alcuni titoli di giornale preciso che non c’è nessuna forma di accordo tacito o meno sulla legge del testamento biologico. Ho detto e ripeto che per Alternativa popolare quella legge non va bene, che non voteremo mai una fiducia eventualmente richiesta né che la voteremo così come è scritta, per noi va infatti cambiata in due punti fondamentali: il ruolo del medico e la non possibilità di sospendere alimentazione e idratazione che non sono trattamenti medici. Dire che su questi temi eticamente sensibili c’è libertà di coscienza non è usare ‘la formula che il Pd aspettava’ per avere il via libera, ma è un riconoscimento ovvio, sacrosanto e dovuto alla libertà, appunto, di ciascuno, come già successo nella votazione alla Camera dei deputati. Ma questo non cambia la linea di Alternativa popolare e dei suoi gruppi parlamentari”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare.

  • img_5703-4.jpg

    #Biotestamento, Lupi: Il #governo non metta la fiducia, è una legge che va cambiata

    Su testamento biologico e ius soli siamo stati molto chiari, non accetteremo nessuna richiesta di fiducia da parte del governo”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare in una intervista al Tg3. “Il biotestamento – prosegue Lupi – non è nel programma del governo, è una legge di iniziativa parlamentare, se ne discuta quindi al Senato, permettendo il dibattito e l’Aula si esprimerà. Dal nostro punto di vista ci sono due miglioramenti da fare: uno riguarda il ruolo del medico e della famiglia e l’altro riguarda l’alimentazione e l’idratazione che non sono trattamenti medici e non possono essere sospesi. C’è in questa legge una deriva eutanasica che non possiamo condividere. La nostra posizione è un no a questa legge così come scritta, ma è chiaro che su questi temi vige la libertà di coscienza”. Sulle presunte divisioni nel mondo cattolico a seguito delle parole del Papa, Lupi si dichiara in totale sintonia con il Pontefice: “Noi siamo contro l’accanimento terapeutico e per la cura e l’assistenza di queste persone sino alla fine, come ha detto Francesco”. Alla domanda se poi questi temi possano esser la prova generale per un accordo con il Pd, Lupi risponde: “Gli accordi si fanno su un programma e il programma è fatto di contenuti. Certo che se il Pd forza sul fine vita, forza sullo ius soli, cede sul jobs act e sull’articolo 18… i contenuti sui quali eventualmente incontrarsi sono esauriti”.