• vaccino02

    Scopelliti: dl #Vaccini è questione di responsabilità sociale

    “Non si può morire di morbillo nel 2017. Non si può morire per un virus il cui vaccino esiste da più di 40 anni. Il bimbo che ha perso la vita ieri a Monza in seguito alle complicanze del virus faceva parte di una piccola minoranza che non può ricevere il vaccino in quanto immunodepressa. È sconvolgente pensare che un bimbo affetto da leucemia – una forma dalla quale si guarisce nell’85% dei casi – muoia di morbillo. Casi come questo mostrano l’importanza che il vaccino riveste non solo per la propria persona, ma anche per gli altri. È una questione di responsabilità sociale, di rispetto verso il prossimo. Solo in un Paese dalla copertura vaccinale nella norma, cioè con il 95% della popolazione vaccinata, non succedono queste cose. Con il decreto vaccini non vogliamo altro che questo: un’Italia che si preoccupa anche dei più deboli“. Così in una nota Rosanna Scopelliti (Alternativa popolare).

  • vicari1432905568-sinmona

    #Cuffaro, Misuraca: Certo archiviazione #Vicari, qualcuno dovrebbe scusarsi

    “La notizia dell‘archiviazione dell’indagine a carico di Simona Vicari nell’ambito dell’inchiesta sulla visita in carcere all’ex governatore Cuffaro non ci sorprende affatto. Conosco da tanti anni Simona ed ero fermamente convinto della sua assoluta estraneità ai fatti addebitati. Adesso mi auguro che qualcuno si scusi per le accuse che allora le erano state rivolte”. È quanto dichiara il deputato di Ap Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali del partito.

  • PizzolanteImagoeconomica_644512

    #Cuffaro, Pizzolante: Soddisfazione per archiviazione #Vicari, condannata solo dai media

    “Sono vicino a Simona Vicari. L‘archiviazione del procedimento a carico della senatrice Simona Vicari per la visita in carcere a Cuffaro dimostra che c’è ancora in Italia la possibilità di avere giustizia da parte di un giudice. Ma nello stesso tempo mette in evidenza la barbarie dello scontro politico e dei media. Simona era stata barbaramente già condannata da alcuni giornali e dagli avversari politici. Simona è innocente e i suoi detrattori sono colpevoli, ma non pagheranno mai. Nemmeno con la loro coscienza perché non ce l’hanno”, così in una nota Sergio Pizzolante, componente la segreteria di Alternativa popolare.
  • sindaciindex

    #sindaciminacciati, Marotta: Stato c’è ed è con gli amministratori locali

    Lo Stato c’è ed è con gli amministratori locali. La legge approvata oggi in via definitiva dalla Camera rappresenta uno strumento significativo, atteso da tempo, per combattere il fenomeno delle intimidazioni a sindaci ed amministratori che si sta diffondendo sempre di più in varie regioni del Paese”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.
    “Si tratta di un insieme di norme che deriva da un’attenta analisi effettuata dalla relativa Commissione di inchiesta. Si rendono cosi efficaci misure e interventi volti a prevenire ed eliminare fenomeni di illegalità diffusa, che limitano l’agire dell’amministratore pubblico volto alla buona amministrazione, sempre più presenti nel nostro tessuto socio-economico”.
  • marotta

    #Patrimonioculturale, Marotta: Bene ddl, più repressione e prevenzione per tutela nostre bellezze

    Il nostro Paese dispone di un patrimonio artistico e culturale di grande valore che deve essere tutelato e salvaguardato in ogni modo, prevedendo norme in senso repressivo più adeguate alla mutata realtà sociale. Per questo abbiamo votato con convinzione il ddl in discussione alla Camera in materia di delitti contro il patrimonio culturale, confidando che quanto prima diventi legge”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.

    “Con questo provvedimento introduciamo una omogeneità nella fattispecie dei reati, in modo da applicare le norme in modo coerente ed efficace. Viene dato ampio risalto alla prevenzione, dotando ad esempio le forze di Polizia e gli ufficiali di Polizia giudiziaria di strumenti di maggiore efficacia nel perseguire reati contro il patrimonio culturale la cui salvaguardia, ricordo, è un principio costituzionale garantito. Repressione e prevenzione, dunque, sono le parole chiave di questa legge a tutela delle bellezze italiane, riconosciute da tutti a livello mondiale e che costituiscono inoltre uno degli elementi di sviluppo del tessuto economico e produttivo dell’Italia”.

  • Dorina Bianchi

    Bianchi: Ok ddl reati contro #patrimonioculturale, importante passo avanti

    L’approvazione di oggi alla Camera del ddl sui delitti contro il patrimonio culturale è un passo significativo e importante. L’auspicio è che l’esame possa essere altrettanto celere anche al Senato, in modo da mettere ordine e dare coerenza sistematica a una materia complessa. É necessario rivedere le norme per renderle più attuali e maggiormente aderenti al sistema di valori delineato dalla Costituzione, la quale prevede che alla tutela penale del patrimonio culturale sia assegnato un rilievo preminente e differenziato”. A dirlo è Dorina Bianchi, sottosegretario al Turismo. “La repressione dei reati contro il patrimonio culturale – ha aggiunto – è stata finora variamente distribuita nel codice penale, antecedente alla Costituzione, e nel codice dei beni culturali e del paesaggio che non viene aggiornato dal 1939. Con la delega introduciamo un pacchetto di norme che rafforzano le tutele riorganizzando le fattispecie di reato all’interno di un nuovo titolo del codice penale. La revisione della normativa ci mette anche in linea con gli altri paesi e con l’Onu che nel 2014 ha emanato le Linee guida internazionali per la lotta al traffico dei beni culturali”.

  • dore_misuraca

    Misuraca: Bene dati #Istat, replicare politiche liberali e riformiste anche in #Sicilia

    I dati Istat sul Sud parlano chiaro: in materia di lavoro e Pil il Mezzogiorno cresce oltre la media nazionale. Siamo tutti convinti che tanto bisogna ancora fare, ma è evidente che gli interventi e le politiche liberali e riformiste messe in atto in questi anni dal Governo stanno dando i loro frutti. Ritengo che questa sinergia vada replicata a livello regionale in Sicilia, quale unica proposta possibile per risollevare definitivamente la Regione e arginare così il populismo e il voto di protesta”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Dore Misuraca.

  • Vignali Raffaello

    #ddlconcorrenza, Vignali: ministro #Finocchiaro venga in Commissione

    “Il Pd ha dichiarato il proprio voto a favore su un pacchetto di emendamenti al ddl Concorrenza. Abbiamo chiesto formalmente che il ministro dei Rapporti con il Parlamento, Anna Finocchiaro, venga in commissione a comunicare se il Governo ha intenzione o meno di chiedere la calendarizzazione certa entro luglio al Senato. Il Governo, infatti, può farlo, trattandosi di un ddl collegato alla manovra finanziaria. Qualora il Ministro non venga in commissione voteremo contro le modifiche, perché questo significherebbe uccidere definitivamente il provvedimento”. E’ quanto dichiara Raffaello Vignali, capogruppo di Alternativa popolare in commissione Attività produttive della Camera dei Deputati.

    “Abbiamo anche sottolineato – prosegue – come ci sia la possibilità di apportare modifiche in altri provvedimenti in corsa. Se il Pd, a fronte di una mancanza di assicurazione formale da parte del Governo per la calendarizzazione al Senato in tempi rapidissimi, dimostrerà il suo vero obiettivo allora – conclude – se ne dovrà assumerà la responsabilità politica davanti al Paese”.

  • Paolo-Alli

    ALLI: CON NOMINA BIN SALMAN, #ARABIASAUDITA PIU’ AGGRESSIVA E INTEGRALISTA

    La nomina di Re Salman del figlio Mohammed Bin Salman a erede della corona della monarchia saudita, ufficializzata oggi ma nell’aria già da tempo, rischia di consegnarci un’Arabia Saudita più aggressiva in politica estera e più integralista in politica interna. La decisione, è bene ricordarlo, cade poche settimane dopo la visita di Trump a Riad, che ha ridato il sostegno occidentale alla famiglia regnante: la conseguenza, lo abbiamo visto nell’episodio del bando contro il Qatar, è stato un immediato protagonismo saudita nella regione”. A dirlo è Paolo Alli, presidente dell’Assemblea Parlamentare della Nato e deputato di Alternativa Popolare in Commissione Affari Esteri. “Cosa dobbiamo dunque aspettarci? Sicuramente una tensione ancora maggiore con l’Iran, come dimostra il commento della tv di stato che ha definito la mossa come un soft coup. In questo contesto, nel frattempo, l’Isis è spettatore interessato: ormai il terrorismo è un mezzo della guerra ibrida, e come tale potrà essere utilizzato nello scontro”.

  • garofaloIMG_1104-0

    #Tim, Garofalo: Bene disponibilità #Mise a confronto, no monopoli e sì #concorrenza

    “Riteniamo positiva l’intenzione annunciata dal Mise oggi in Aula, attraverso la ministra Finocchiaro, di avviare una consultazione e riaprire un tavolo con Tim e con gli altri operatori del settore sulla banda ultralarga, alla luce delle polemiche sorte tra pubblico e privato negli ultimi giorni. Compito dello Stato è agevolare il più possibile la concorrenza tra privati e investire solo in via sussidiaria per garantire l’efficienza del servizio laddove i privati non hanno interesse economico a intervenire”. Così il deputato di Alternativa popolare Vincenzo Garofalo, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, nel corso del question time. “La rapidità con la quale si evolve il sistema tecnologico richiede una tempestività nell’adattarsi a un mercato che cambia altrettanto velocemente. L’obiettivo deve essere quindi quello di evitare che si costituiscano monopoli, che anche se pubblici sono sbagliati, e di creare invece forte competitività per tutto il territorio risparmiando il più possibile laddove ci siano privati pronti a investire, al fine di massimizzare l’efficacia dell’investimento pubblico”.