• garofaloIMG_1104-0

    #Vaccini, Garofalo: Sentenza #Cassazione zittisce chi semina panico con #fakenews

    La sentenza della Corte di Cassazione che ha escluso il nesso di causalità tra vaccinazione e autismo, nel caso sottoposto all’esame della Corte d’Appello di Salerno, mette a tacere le voci di chi sta facendo campagna elettorale sulle spalle della salute dei bambini con campagne del terrore”. Così il deputato di Alternativa popolare Vincenzo Garofalo. “Come sottolineato dal ministro Lorenzin, questa non è una battaglia politica ma una battaglia che ha come obiettivo quello di salvaguardare le famiglie mettendo a tacere chi in questi mesi sta ingiustificatamente seminando panico con le fake news contro le vaccinazioni“.

  • img_3721.jpg

    #Vaccini, Scopelliti: Dopo sentenza #Cassazione ci sia unità #provax

    “Non c’è correlazione tra le vaccinazioni e l’insorgere di malattie dello sviluppo. Lo dice la scienza, lo dice la Corte di Cassazione, la cui terzietà è chiaramente indiscutibile. Mi auguro che i no vax, correttamente, non nascondano questa notizia. Così come mi auguro che le varie forze politiche, che legittimamente portano avanti le proprie battaglie, discutibili o meno, dopo l’approvazione della legge promuovano con responsabilità le vaccinazioni tra i nostri bambini. E in questo mi associo all’appello del ministro Lorenzin, che con determinazione, realismo e saggezza sta conducendo questa battaglia nell’interesse delle famiglie e della salute pubblica. Il Paese ha bisogno di aumentare l’immunizzazione di massa, non certo di fake news né della propaganda populista. Questi sono i fatti”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Affari sociali, Rosanna Scopelliti.

  • nino_bosco

    Bosco: bene #Cassazione, ora si approvi dl #Vaccini

    Dopo la scienza, ora anche la legge, con la sentenza della Cassazione, ha spazzato via le vergognose fake news circa una possibile correlazione tra le vaccinazioni e malattie come l’autismo. Ora è il momento che il buon senso prevalga tra tutte le forze politiche e che il Parlamento prenda su di sè la propria responsabilità, approvando quanto prima il decreto vaccini in discussione alla Camera. La campagna di contro e disinformazione ha gia’ creato enormi danni, causando un drastico calo delle vaccinazioni in Italia. Ora che la verita’ e’ stata definitivamente e legalmente ristabilita dobbiamo recuperare il gap creatosi, a tutela della salute dei nostri cittadini. Ancora una volta il lavoro e la responsabilita’ del ministro Lorenzin e di tutta AP ha prevalso sull’irresponsabilita’ dei tanti sciacalli del web”. Lo afferma Nino Bosco, deputato di AP.

  • lorenzin_50005230_300

    #Vaccini, Lorenzin: bene #Cassazione, stop bufale su #autismo

    “Direttamente o indirettamente la tesi principale dei no vax è quella di paventare un presunto collegamento tra le vaccinazioni e l’insorgenza di malattie come l’autismo, giocando sulla paura delle madri e delle famiglie. Questa tesi è stata smentita in questi anni prima di tutto dalla comunità scientifica mondiale e adesso anche dal diritto e dalla giustizia grazie alla sentenza della Corte di Cassazione“. E’ il commento del ministro della Salute Beatrice Lorenzin alla sentenza della Cassazione che ha negato il collegamento tra vaccini e autismo. “Rivendichiamo la bontà del decreto vaccini, ora all’esame della Camera – aggiunge Lorenzin – per innalzare velocemente l’immunizzazione di massa in Italia, calata in modo preoccupante soprattutto a causa del dilagare di queste tesi anti scientifiche. Ecco perche’ e’ importante -áriconoscere, a prescindere dalle appartenenze politiche, che non esiste nessuna correlazione tra i vaccini e le malattie dello sviluppo. Le forze politiche tutte hanno la grande occasione di rassicurare la popolazione e smentire definitivamente le false notizie, le bufale che hanno alimentato paure ingiustificate e contribuito a far precipitare le coperture vaccinali. Con la forza della ragione e della scienza – conclude – dobbiamo voltare pagina e lavorare insieme per tutelare la salute dei nostri concittadini”.