• Pizzolante: Al Ministro del lavoro

    Roma, 26.03.2014

    INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA IN ASSEMBLEA

    Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

    Per sapere, premesso che:

    • sono circa 80.000 le lavoratrici e i lavoratori italiani che ogni giorno attraversano i confini nazionali per prestare la loro attività lavorativa all’estero con il permesso di frontalieri;

    • nonostante la rilevanza del fenomeno, il nostro Paese non dispone di una specifica disciplina legislativa in grado di riconoscere pienamente il valore e l’importanza del lavoro frontaliero per il contesto economico e sociale delle aree territoriali ove è presente;

    • i provvedimenti del Governo adottati negli ultimi anni hanno ignorato la specificità dello status di lavoratore frontaliere; a titolo esemplificativo si sono verificate controversie in ordine al riconoscimento dell’indennità di disoccupazione; non è risolta in via definitiva la questione dell’esenzione per i redditi di lavoro dipendente prodotti all’estero in zone di frontiera; a tale problema si è provveduto con misure temporanee, da ultimo con una disposizione apposita nella legge di stabilità 2014, pur permanendo problematiche relative alla previdenza;

    • inoltre, con riferimento a San Marino, il Protocollo sulla doppia imposizione sottoscritto a Roma il 13 giugno 2012 e ratificato con legge 19 luglio 2013, n.88 prevede che con legge ordinaria del Parlamento italiano si risolva in maniera definitiva la questione del trattamento fiscale e previdenziale dei lavoratori frontalieri; sul punto esistono proposte depositate in Parlamento -:

    se, in attesa di pervenire al più presto all’approvazione di uno Statuto dei lavoratori frontalieri (presumibilmente mediante l’apertura di un tavolo di confronto con le rappresentanze delle associazioni sindacali e dei lavoratori dei territori di confine – impegno assunto dal Governo a seguito dell’approvazione presso questa Camera il 22 ottobre 2013, della mozione Braga, Pizzolante, Antimo Cesaro, Kronbichler, Plangger ed altri n.1-00013), non ritenga opportuno dare seguito a quanto previsto dal Protocollo con San Marino ratificato con la legge 19 luglio 2013, n.88, presentando al Parlamento le proprie proposte in materia di trattamento fiscale e previdenziale dei lavoratori frontalieri.

    on. Sergio Pizzolante