• bimbiseggiolinoimages

    #CodiceStrada, Garofalo: Finalmente accordo su obbligo allarme #salvabimbi dimenticati in auto

    “Dopo anni di battaglie parlamentari, di proposte di legge, finalmente arriva l’obbligo di dotare i seggiolini di un dispositivo di allarme salva-bimbi che sono stati dimenticati in auto. Nel corso del dibattito alla Camera sul ddl di modifica al Codice della strada è stata trovata, infatti, una convergenza anche con altre forze politiche per intervenire in questa direzione. Una norma che sicuramente andrà perfezionata durante i lavori in commissione e in Aula, ma che certamente rappresenta un punto di svolta per una legge tanto attesa e che potrebbe salvare tante piccole vite. E’ chiaro come, adesso, sia fondamentale che l’iter della legge non si impantani e che possa ottenere quanto prima il via libera definitivo”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo, di Alternativa popolare.

     

  • Enzo Garofalo

    #Migranti, Garofalo: Bene incontro #Minniti-#Anci, Viminale sensibile a nostre sollecitazioni a sostegno #sindaci

    “I sindaci sono in grande affanno sul fronte dell’accoglienza dei migranti. Nel messinese circa quaranta primi cittadini attendono ancora risposte e domani avranno un confronto con il Prefetto. Per questo è molto positivo che il ministro Minniti abbia raccolto la nostra sollecitazione per rendere più concreta ed efficiente la condivisione tra i vari livelli istituzionali per fronteggiare questa emergenza. Il suo annuncio oggi in Aula, in risposta a una mia interrogazione, che domani incontrerà di nuovo i vertici Anci per fare il punto sul piano di accoglienza dei richiedenti asilo è estremamente importante”. E’ quanto ha dichiarato il deputato di Alternativa popolare Vincenzo Garofalo, intervenendo in Aula alla Camera durante il question time al ministro Minniti.

    “Bisogna evitare, infatti, che i sindaci si sentano abbandonati. Sindaci che danno voce alle crescenti preoccupazioni che emergono tra i cittadini e che rappresentano un valore al quale dobbiamo continuare a dare supporto. Qui nessuno mette in discussione l’accoglienza, la solidarietà, di cui gli italiani si sono dimostrati campioni. Ma occorre ora valutare – aggiunge Garofalo – se questo modello possa proseguire e, nel caso, in che modo prevedere un’azione diversa. L’auspicio è che da questi incontri possa emergere davvero qualcosa di costruttivo”.

  • Migranti-a-Lampedusa-foto-archivio-300x225

    #Migranti, Garofalo: #Minniti intervenga a garanzia corretto confronto con #sindaci

    “Il continuo e sempre più massiccio afflusso dei migranti nel nostro territorio sta mettendo a dura prova il nostro sistema di accoglienza, in particolare il lavoro dei sindaci e soprattutto di quelli del Mezzogiorno. La situazione è grave nei Comuni più piccoli che, nonostante l’indiscussa generosità, a volte devono accogliere un numero di immigrati largamente superiore rispetto al previsto. Una problematica che sta generando serie difficoltà gestionali e logistiche con la conseguenza di creare, come avvenuto ad esempio a Castell’Umberto in Sicilia, attriti e contrasti tra i vari livelli istituzionali. Si rende per questo necessario intervenire con misure idonee a scongiurare che l’accoglienza dei migranti avvenga attraverso una gestione confusa, inadeguata e, magari, calata ‘dall’alto’. Così come è indispensabile, in questo quadro, favorire un coordinamento costante con le autorità centrali. Per questo domani durante il question time alla Camera, chiederemo al ministro Minniti quali iniziative il governo intenda adottare al fine di coinvolgere in un confronto corretto e positivo i sindaci dei comuni che si trovano a fronteggiare un fenomeno così complesso e destabilizzante come quello di un’immigrazione che, quotidianamente, diviene sempre più allarmante”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Vincenzo Garofalo.

  • garofaloIMG_1104-0

    #Migranti, Garofalo: Protesta sindaci #messinesi comprensibile, #Italia non sia lasciata sola

    La protesta dei sindaci messinesi è comprensibile. Qui nessuno vuole mettere in discussione la necessità di soccorrere e salvare la vita a chi fugge da guerre o dai rischi che corre nel proprio Paese. Come nessuno mette in discussione la necessità dell’accoglienza. Quanto fatto dal governo italiano, da solo, in questi ultimi anni lo dimostra, un lavoro encomiabile. Ma se questo deve essere il pretesto per caricare i problemi epocali umanitari di una porzione rilevante dell’Africa sui soli italiani allora è giusto esprimere tutta la nostra contrarietà. Una situazione che sta generando serie difficoltà gestionali e logistici, con la conseguenza, come avvenuto a Castell’Umberto, di creare ad esempio attriti tra i vari livelli istituzionali. I sindaci hanno infatti l’obbligo di ascoltare la propria gente e preservare la pace sociale del proprio territorio. Se l’Ue ma soprattutto gli Stati membri non decidono di sostenere davvero il nostro Paese, l‘Italia rischia di essere il big bang del sogno della comunità europea“. È quanto dichiara il deputato Vincenzo Garofalo di Alternativa popolare.

  • Composing, green building, organic building materials 
insulation Roof rooftop building house organic cellulose fiber technology environmental issues environmental conservation renewable energy solar energy variation indoor studio shot Composite montage wood roof ecological awareness insulating material symbol shape symbolical picture Green Energy natural sky blue sky environment meadow Digital Composite recycling Energy Turnaround Variety thermal insulation wood construction brick Backlit nature Sun Grass building construction eco-friendly Green building ecologic energy Montage photovoltaics solar cell no people woodfibre cloud Building Material house building sunshine sunlight Idea sustainability habitation residential house home ownership Photography Color Image

    Garofalo: Misura #Ecobonus efficace. Subito in legge bilancio

    “Secondo il rapporto Enea, la misura dell’ecobonus, voluta fortemente dall’allora ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, ha prodotto un milione di interventi per quasi dieci miliardi di investimenti. Ciò conferma che era ed è una scelta giusta, che produce non solo investimenti e lavoro ma riduce lo spreco energetico, ed è per questo che Alternativa popolare chiederà che tale misura venga inserita nella prossima legge di bilancio. Sono queste le misure che servono al Paese per farlo ripartire , misure che puntano fortemente alla defiscalizzazione, per liberare risorse, produrre investimenti e sviluppo, e sulle quali Alternativa popolare punterà fortemente” lo dichiara, in una nota, Vincenzo Garofalo, capogruppo di Alternativa popolare in commissione Trasporti della Camera.

  • statua falconeImage-1

    #STATUAFALCONE, GAROFALO: GESTO VILE DA CONDANNARE CON FERMEZZA

    “Io sono cresciuto con l’orgoglio di essere siciliano come Falcone e Borsellino e un gesto come quello fatto oggi è indegno, vile e merita di essere condannato con fermezza“. Così il deputato di AP, Vincenzo Garofalo.

  • bonus mammamax_6e7ecc7625ee45e04ff82f2fbd927fa4

    #bonusmamma, Garofalo: Successo di #Ap, ora legge Bilancio formato #famiglia

    “Il successo del ‘bonus mamma domani’ dimostra la concretezza delle politiche per la famiglia che Alternativa popolare ha portato avanti in questi anni. Dopo il bonus bebé e il voucher baby sitter, con questa misura, strutturale e senza limiti di reddito, diamo un’altra risposta alle esigenze delle neo mamme per far fronte alle prime spese per il proprio bimbo. In Parlamento e al Governo ci siamo distinti come forza seria che si pone sempre dalla parte delle famiglie. Continueremo su questa strada, e già il 17 luglio sarà un’altra tappa importante con l’avvio del bonus nido. Porteremo avanti il nostro progetto per una legge di Bilancio formato famiglia”. E’ quanto dichiara il deputato di Ap Vincenzo Garofalo.

  • garofaloIMG_1104-0

    #Tim, Garofalo: Bene disponibilità #Mise a confronto, no monopoli e sì #concorrenza

    “Riteniamo positiva l’intenzione annunciata dal Mise oggi in Aula, attraverso la ministra Finocchiaro, di avviare una consultazione e riaprire un tavolo con Tim e con gli altri operatori del settore sulla banda ultralarga, alla luce delle polemiche sorte tra pubblico e privato negli ultimi giorni. Compito dello Stato è agevolare il più possibile la concorrenza tra privati e investire solo in via sussidiaria per garantire l’efficienza del servizio laddove i privati non hanno interesse economico a intervenire”. Così il deputato di Alternativa popolare Vincenzo Garofalo, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, nel corso del question time. “La rapidità con la quale si evolve il sistema tecnologico richiede una tempestività nell’adattarsi a un mercato che cambia altrettanto velocemente. L’obiettivo deve essere quindi quello di evitare che si costituiscano monopoli, che anche se pubblici sono sbagliati, e di creare invece forte competitività per tutto il territorio risparmiando il più possibile laddove ci siano privati pronti a investire, al fine di massimizzare l’efficacia dell’investimento pubblico”.

  • garofalo

    #Tlc, Garofalo: Governo apra tavolo lavoro su #fibra

    Il Governo apra un tavolo di lavoro sul piano banda ultralarga. E’ quanto chiederemo domani nel corso del question time alla Camera con il ministro Calenda. Riteniamo assolutamente sbagliato e dannoso, infatti, lo scontro pubblico-privato, tra Enel, Cdp e Telecom, emerso negli ultimi giorni in un settore di questa rilevanza. Bisogna evitare il rischio della costituzione di nuovi monopoli e realizzare, con l’accordo ed il sostegno degli attori interessati, un progetto essenziale per il futuro del Paese”. E’ quanto dichiara il deputato di Ap Vincenzo Garofalo, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera.

  • garofaloIMG_1104-0

    #Tlc, Garofalo: Su #fibra l’obiettivo è il servizio, ma senza nuovi monopoli

    Sulla questione open fibra, cioè sulla copertura totale del territorio con un servizio di qualità per le comunicazioni, e sulla polemica che coinvolge Enel, Cdp e Telecom, l’ultima cosa di cui il Paese ha bisogno è di uno scontro pubblico-privato. Da questo punto di vista ci sembrano fuori luogo i toni usati dal sottosegretario Giacomelli nell’intervista a Repubblica. A noi interessa che ci sia un servizio qualificato in tutto il territorio nazionale, e le infrastrutture digitali sono ormai strategiche per l’Italia. Coscienti di questo, quando Maurizio Lupi era al Ministero delle Infrastrutture abbiamo sensibilizzato il governo e imprese pubbliche e private su questo tema. E in una situazione in cui era evidente l’impossibilità di una soluzione che avesse come protagonista solo i privati lo Stato ha deciso, giustamente, di intervenire. Ma bisogna stare attenti che un intervento positivo non si trasformi in una inibizione del mercato e in un danno. Telecom che è privata deve essere libera di seguire la propria strada. Proprio perché ci siamo fatti paladini del servizio per tutti i cittadini, chiediamo che se ci sono problemi ci si sieda intorno a un tavolo evitando anatemi e ultimatum, e soprattutto il rischio di costituire nuovi monopoli”. Lo dichiara l’onorevole Vincenzo Garofalo di Alternativa popolare e vicepresidente della commissione Trasporti della Camera dei deputati.