• Gioacchino Alfano

    #SUD, G. ALFANO: OTTIMI DATI #CAMPANIA FRUTTO POLITICHE GOVERNO E REGIONE

    “L’ottima performance della Campania, come emerge dai dati Svimez, conferma che le politiche del Governo in combinato disposto con la buona amministrazione della Regione hanno dato risultati incoraggianti. Dobbiamo continuare su questa strada, puntare sul Mezzogiorno con investimenti mirati e produttivi, stimolare l’occupazione e riusciremo a superare quel gap tra nord e sud che diventerà solo un vecchio clichè”. A dirlo è Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale in Campania di Alternativa Popolare.

    “Le eccellenze campane – aggiunge – sono un fiore all’occhiello dell’imprenditoria italiana e per questo vanno incentivate. Provvedimenti come il decreto Sud, con la concessione di un credito di imposta per l’imprenditoria giovanile al Sud, vanno nel verso giusto. La condizione di arretratezza del Sud è la conseguenza di fallimentari politiche assistenzialiste e clientelari che non hanno stimolato lo sviluppo. Noi invece puntiamo a una maggiore presenza dello Stato e a politiche di sviluppo”.
  • Gioacchino Alfano

    G. ALFANO: NON CI IMPRESSIONANO TRANSFUGHI. SU TERRITORI TANTE RICHIESTE DI ADESIONE #AP

    La Campania sarà protagonista del rilancio di Alternativa Popolare“. A dirlo, a margine della Summer School di Giardini Naxos, il sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale di Ap in Campania, Gioacchino Alfano, che ha elogiato l’intervento del leader Angelino Alfano. “Ha tracciato la rotta e dobbiamo tutti seguirla. Non ci faremo impressionare da chi ci ha abbandonato per tornare col cappello in mano da Berlusconi perché le richieste di adesione, sui territori, sono davvero tante”, ha proseguito il sottosegretario, che a proposito della Campania ha aggiunto: “Abbiamo già aperto le nostre porte a soggetti civici e a organizzazioni di partito, continueremo a farlo nei prossimi giorni, consapevoli che siamo l’unica ancora di speranza per i moderati“. Il sottosegretario ha guidato alla scuola di formazione di Giardini Naxos una nutrita delegazione campana e tra questi anche il componente della Direzione nazionale di Ap Luigi Barone e il sindaco di Limatola Domenico Parisi che nel corso del dibattito ha portato il saluto della Campania.

  • Gioacchino Alfano

    #BALLOTTAGGI, G. ALFANO: #MODERATI DETERMINANTI. #PD PERDE QUANDO PENSA DI ESSERE AUTOSUFFICIENTE

     “Si vince al Centro, i moderati determinano i governi dei territori. Alternativa Popolare in Campania esce rafforzata dai ballottaggi“. Così Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale di Alternativa Popolare in Campania sui risultati ai ballottaggi nei comuni della Regione.

    E aggiunge: “A Torre Annunziata abbiamo contribuito alla vittoria del Pd Ascione e la nostra lista ha eletto tre consiglieri comunali, a Mercato San Severino è stato eletto consigliere il nostro coordinatore locale, negli altri ballottaggi abbiamo eletti diversi consiglieri comunali. Importante risultato per i moderati anche a Capaccio-Paestum dove è stato eletto primo cittadino Francesco Palumbo. La Campania è in controtendenza nazionale e dimostra che laddove si sceglie un sindaco capace e la coalizione è ampia il centrosinistra vince senza problemi. Laddove invece il Pd immagina di essere autosufficiente perde sonoramente“.

  • Gioacchino Alfano

    G. ALFANO: A #NAPOLI OCCORRE PIANO STRAORDINARIO SICUREZZA . #MINNITI INTERVENGA

     “Occorre un Piano straordinario per la Sicurezza di Napoli, è indispensabile che la questione venga affrontata a livello centrale, non si può perdere altro tempo”. A dirlo è il sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale di Alternativa Popolare, Gioacchino Alfano.
    È necessario – aggiunge – che il ministro Minniti ponga Napoli al centro dell’agenda di governo. Carabinieri, polizia e guardia di finanza quotidianamente realizzano, con gli uomini che hanno a disposizione, vere imprese ma, purtroppo, non basta. È necessario intervenire anche socialmente, dalle parrocchie ai luoghi di ritrovo, prevenzione e repressione da sole non ce la fanno più. Se i continui arresti che forze dell’ordine e magistratura quotidianamente mettono a segno non fermano omicidi e armi significa che bisogna fare di più”.
    In merito alle dichiarazioni di De Magistris, il sottosegretario afferma: “Dire che l’Esercito non serve è un errore, i mille uomini impegnati tra Napoli e Terra dei Fuochi finora hanno offerto un contributo molto importante per la sicurezza del territorio alle forze dell’ordine”. Per Alfano, infine, “è necessario rafforzare e mettere in funzione laddove non sono attive le telecamere che potrebbero dare un ulteriore contributo al controllo del territorio. Tante ce ne sono e altrettante ne servirebbero, anche questo è un argomento del quale discutere col ministro Minniti. Sono sicuro che con una maggiore attenzione Napoli possa farcela”.