• pdf-perche-si-al-referendum_pagina_01

    Perchè Sì al Referendum #InsiemeSìcambia

    Le ragioni storiche, politiche e di merito a sostegno della Riforma costituzionale

    “Dopo 30 anni di insuccessi, la scelta è tra innovazione e conservazione. Da una parte c’è chi vuole cambiare il Paese ed organizzare le istituzioni perché siano in grado di rispondere alle grandi trasformazioni sociali ed economiche che abbiamo di fronte, dall’altra parte esiste un fronte con profonde contraddizioni interne, che va da Casa Pound ad alcuni partigiani dell’Anpi “ si legge nel documento approvato.

    “La riforma pone fine al bicameralismo perfetto ed avrà un impatto fondamentale sulla crescita e sulla piena attuazione dei diritti fondamentali sanciti nella prima parte della Costituzione. L’Italia, infatti, è il Paese che ha reagito peggio di fronte alla grande crisi economica finanziaria, per colpa anche del cattivo funzionamento delle sue istituzioni e dalla loro incapacità cronica di rispondere agilmente e velocemente alla grande domanda di riforma e cambiamento. La Riforma consente il superamento delle degenerazioni del parlamentarismo, determinando il passaggio da un sistema nato nel dopoguerra, che ha frenato di fatto i governi, ad un a democrazia finalmente governante. Inoltre, semplifica l’iter di formazione delle leggi con una data certa con una conseguente limitazione dell’abuso dei decreti legge. Con il Sì a queste riforme, Parlamento e Governo saranno più forti perché capaci di funzionare meglio: è la grande occasione politica per restituire potere e prestigio alle istituzioni democraticamente elette – potere esecutivo e legislativo – che oggi sono soccombenti rispetto ai poteri non eletti, in primo luogo media e magistratura. Il sì farà chiarezza definitamente tra l’interesse nazionale e il regionalismo responsabile con un riparto di competenze più efficace e chiaro e comporterà un significativo abbattimento dei costi della politica, con l’abolizione del Cnel e una significativa riduzione del numero dei senatori” così nel documento che illustra le ragioni del Sì al referendum, approvato oggi dalla direzione Ncd

    Scarica le slide: pdf-perche-si-al-referendum