• marotta

    #DlSud, Marotta: Inciderà positivamente su futuro #Mezzogiorno

    Il dl Sud contiene una serie di norme destinate a incidere positivamente sul tessuto economico, sociale e produttivo del Mezzogiorno. Tra cui semplificazioni, incentivi, l’istituzione delle zone economiche speciali, il contrasto alla dispersione scolastica e politiche attive del lavoro. In particolare, cito la misura a favore dei giovani che vogliono fare impresa, con finanziamenti del 35% a fondo perduto e per il 65 per cento a tasso zero in otto anni. Oppure i 30 milioni di euro per lo svolgimento di programmi di riqualificazione e ricollocazione dei lavoratori coinvolti in crisi aziendali, che sappiamo essere una delle piaghe principali delle aree meridionali. Come si vede si tratta di un chiaro e forte incentivo e sostegno all’occupazione e a quella giovanile in particolare, al fine di arginare tra l’altro la fuga di capitale umano vera emergenza per tutto il Sud. Un provvedimento dunque per i giovani, per le imprese, per il Sud, in piena linea con le politiche che Alternativa popolare ha adottato in questi anni e che per questo ha trovato il nostro convinto e pieno sostegno”. E’ quanto ha dichiarato in Aula il deputato Nino Marotta di Ap, intervenuto alla Camera sul dl Sud.

  • marotta

    Marotta: Bene boom #occupazionefemminile, ora priorità #giovani al #Sud

    “I dati Istat sul lavoro sono molto incoraggianti. Dimostrano che la strada intrapresa in questi anni con le riforme approvate dai governi da noi sostenuti, tra cui il Jobs Act, è quella giusta. Tra gli indicatori più significativi va sottolineato senza dubbio il record dell’occupazione femminile e, in particolare, il boom delle imprese rosa al Sud, come evidenziato da Confcooperative. Un dato che conferma le spiccate potenzialità imprenditoriali delle donne, agevolate anche da misure sempre più favorevoli, e che può rappresentare un input anche per i giovani”. È quanto dichiara il deputato di Ap Nino Marotta.
    “Sappiamo bene infatti, anche da quanto emerso oggi, che i punti sui quali è necessario investire maggiormente sono proprio l’occupazione giovanile e il Sud, soprattutto per evitare quella fuga di capitale umano che rischia di impoverire sempre di più e rendere sempre meno competitivo il Mezzogiorno. La capacità organizzativa delle donne può essere un esempio – continua Marotta – ma il nostro obiettivo è potenziare gli interventi per favorire le assunzioni dei giovani, possibilmente a tempo indeterminato, nelle regioni meridionali, confidando nel fattore turismo quale forte leva attrattiva e quindi vero volano economico per tutto il Sud. Siamo ben lieti che da parte di esponenti del Governo in queste ultime ore, tra cui il ministro Calenda, siano venuti forti segnali in questo senso con interventi da inserire nella prossima legge di Bilancio, come il taglio del costo del lavoro. Così come risultano fondamentali gli investimenti pubblici al Sud. C’è ancora tanto da fare, i presupposti ci sono tutti per continuare a fare bene”.
     
  • marottaimage

    Marotta: Dopo parole #Alfano forze che guardano a #Ppe battano un colpo

    Condivido pienamente l’intervista odierna di Angelino Alfano. Parole chiare, tali da non poter essere soggette ad alcun equivoco. Ora se le forze di Centro esistono, e io ritengo di sì, devono battere un colpo. Perché questa è una chiamata alla responsabilità, con una strategia ben definita. C’è lo spazio elettorale per questa proposta e, sicuramente, anche lo spazio politico. C’è il richiamo in buona sostanza ai valori del Ppe e quindi, al di fuori di ogni alibi, chi si riconosce in questi valori deve valutare la possibilità di fare questo cammino insieme. Quando si parla chiaro, come ha fatto Alfano, è difficile poi nascondersi dietro a false rappresentazioni della realtà. Adesso non ci si può più tirare indietro”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Nino Marotta.
  • marotta

    Marotta: Forza di #Centro autonoma ispirata al #Ppe è strada giusta

    “In queste ultime ore è tornato prepotentemente alla ribalta il dibattito sulla costruzione di una forza di Centro. Se questa è la strada, e credo che sia quella giusta, il percorso che abbiamo di fronte a noi è chiaro: costruire una forza di Centro autonoma che si richiami ai valori tradizionali e al programma del Ppe. Se questa è la base di partenza allora non sarà difficile mettere d’accordo tutti coloro che, distinti dal Pd e dalle forze lepeniste, guardano alla famiglia dei popolari europei. Ci sono tutti i presupposti, quindi, per diventare forza attrattiva e punto di riferimento per milioni di cittadini in vista delle prossime elezioni”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Nino Marotta.

  • vaccinoetàscolare1444921100_vaccini

    #Vaccini, Marotta: #Lorenzin tenace, bene politica che segue #scienza

    “Il decreto sull’obbligatorietà dei vaccini a scuola arriva all’ultimo miglio. Ora manca solo il via libera definitivo della Camera. Una legge a tutela della salute dei bambini, sensibile alle preoccupazioni delle famiglie contro le fake news di chi vuole solo alimentare caos e insicurezza. Bisogna dare merito alla tenacia e all’intraprendenza del ministro Lorenzin che prima ha voluto fortemente il decreto, sostenuto con convinzione da Ap, e poi lo ha difeso in Aula. Grazie all’atteggiamento costruttivo in Senato si è riuscito ad approvare un testo equilibrato, forte del suo impianto, con un ampio consenso parlamentare. La scienza deve avere sempre il sopravvento e la politica che segue le scelte scientifiche fa il proprio dovere”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Nino Marotta.

  • marotta

    #codiceantimafia, Marotta: Alla Camera modificheremo equiparazione corruzione a mafia

    Sul ddl sul nuovo codice antimafia dice bene l’onorevole Cicchitto. E’ irrazionale equiparare i reati contro la Pubblica amministrazione a quelli di mafia, che ovviamente presuppongono uno spessore e una capacità criminale ben diversa. Già in prima battuta alla Camera dei Deputati avevamo sollevato il problema senza però trovare riscontro nelle altre forze politiche di maggioranza. Affronteremo come al solito il problema appena il provvedimento tornerà ad essere discusso alla Camera e questa volta saremo intransigenti nel sostenere le nostre buone ragioni”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.

  • marotta

    Marotta: Ok impegno #Orlando su #equocompenso, ora accelerare iter legge

    “E’ sicuramente positivo l’annuncio del ministro Orlando che il ddl sull’equo compenso vedrà la luce entro la fine della legislatura e che rimane, quindi, un preciso impegno del governo. Per questo ci aspettiamo che in Cdm ci possa essere un’accelerazione, considerato che il testo presentato dal Guardasigilli è fermo da nove mesi nei cassetti dell’Esecutivo”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta, intervenuto in risposta al ministro Orlando durante il question time nell’Aula di Montecitorio.

    “Si tratta di una legge di estrema importanza per i professionisti e soprattutto per i giovani. Siamo tutti consapevoli, infatti, che spesso quando ci si avvia alla professione ci si trova di fronte a tariffe onorarie tali da non consentire di sopravvivere. Addirittura a volte i cosiddetti clienti ‘forti, banche e assicurazioni, chiedono ai giovani professionisti di anticipare le spese. E’ chiaro che a queste condizioni non ci sarà per loro alcuna possibilità di intraprendere una seria e proficua attività professionale, così come di perfezionare la formazione e la propria qualificazione, necessarie soprattutto nella professione di avvocato”.

  • marottaimage

    #CodiceAntimafia, Marotta: #Ap alla Camera aveva già sollevato perplessità

    Per quanto riguarda le perplessità sull’estensione delle misure di prevenzione anche per i reati attinenti alla P.A., nell’ambito del ddl sul codice antimafia, il gruppo di Alternativa popolare alla Camera dei Deputati ha ben chiaro quali siano i limiti di questa norma. Tant’è che, durante il passaggio a Montecitorio, avevamo già sollevato vigorosamente la questione in tutte le sedi parlamentari opportune, non solo nel corso dell’iter in commissione ma anche in Aula, inclusa la dichiarazione di voto finale sul provvedimento. In quell’occasione, entrando nel merito della questione e intervenendo a nome del gruppo, ho esplicitamente affermato in Aula: “Noi condividiamo l’impalcatura del provvedimento, però, attenzione, perché, quando ci muoviamo nei confronti della pubblica amministrazione forse il momento iniziale non può essere solamente quello in cui siamo raggiunti da un avviso di garanzia, ma deve esserci qualche cosa in più per poter consentire che nei confronti di questo soggetto si sviluppino le misure di prevenzione personale o patrimoniale”. Quindi, in sostanza, relativamente a questa fattispecie di reato per noi non è sufficiente un sospetto, ma c’è bisogno di qualcosa in più, di concreto, ad esempio una sentenza, che possa giustificare una misura patrimoniale. La nostra battaglia in merito è stata forte e cristallina, avevamo infatti già sostenuto che si doveva perseguire una strada diversa. Cercheremo, nel passaggio alla Camera, di far valere nuovamente le nostre ragioni. Però, come ben sanno tutti i parlamentari, una cosa sono i numeri a Montecitorio, dove il Pd da solo ha la maggioranza assoluta, e un’altra cosa è il Senato, dove i numeri e il peso dei gruppi parlamentari sono ben diversi”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.

  • marotta

    #Professionisti, Marotta: Su #equocompenso #Pd batta un colpo

    Sulla legge sull’equo compenso credo sia arrivato il momento di dare un segnale. E’ inammissibile che da mesi continuiamo a dibattere senza un riscontro concreto, tra le legittime proteste degli ordini professionali di cui abbiamo sostenuto la manifestazione lo scorso maggio. Lo stesso ministro Orlando nelle ultime settimane ha più volte affrontato il tema, ricordando il suo ddl presentato in Cdm ma non ancora discusso. Un disegno di legge che intende porre rimedio agli squilibri nei rapporti contrattuali tra professionisti e clienti ‘forti’. Lo stesso Guardasigilli ha provato a sensibilizzare il proprio partito di riferimento, il Pd, nonché partito di maggioranza relativa. E allora perché non si muove foglia? E’ quanto chiederemo domani al ministro nel corso del question time alla Camera”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.

  • stalkingimages

    #Stalking, Marotta: Errore dovuto a fretta, ora cambiare norma

    “Il cortocircuito sorto intorno alla norma sullo stalking dimostra che, molto probabilmente, avevamo ragione noi quando abbiamo espresso la nostra contrarietà alla fiducia sul ddl sul processo penale. Si tratta di argomenti delicatissimi che vanno trattati con la massima attenzione e ponderazione. Ci riferiamo soprattutto a quello che riguarda il processo a distanza e la prescrizione. E così la fretta, quasi sicuramente, ha portato anche all’estinzione del reato per condotta riparatoria, tra cui è rientrato lo stalking. In merito valutiamo positivamente quanto affermato dal ministro Orlando, il quale ha già anticipato di voler rivedere alcuni passaggi della legge da poco approvata. E’ chiaro che il nostro primo interesse, come forza politica, è quello di rendere sereni e tranquilli i cittadini, soprattutto le donne vittime ormai troppo spesso di violenze inaccettabili e gratuite”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Giustizia alla Camera, Nino Marotta.