• ema-sede-londra-reuters-kt1E--835x437@IlSole24Ore-Web

    #Ema, Lupi: Sorte avversa, ma gran lavoro di squadra dell’Italia. #Milano

    Peccato che a decidere sulla sede dell’Agenzia del farmaco europea sia stato un sorteggio, ma l’essere arrivati alla scelta finale alla pari con Amsterdam, data favorita fin dall’inizio, è un riconoscimento del gran lavoro di squadra fatto dal Governo dalla Regione Lombardia e dal Comune di Milano. Ci si è mossi in Europa finalmente senza divisioni, c’è il rammarico della sorte avversa, ma il metodo è stato quello giusto, l’unico che può portare l’Italia ad avere nell’Unione il peso che spetta a un Paese fondatore”. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare.

  • ema-sede-londra-reuters-kt1E--835x437@IlSole24Ore-Web

    Vignali: #Milano ha carte in regola. Mozione unitaria su #Ema segnale importante

    “La partita sappiamo che non è facile, non è una partita vinta ma il forte sostegno del Governo mostrato sin dall’inizio, dal presidente Gentiloni ai ministri Lorenzin e Alfano, ha giocato e giocherà un ruolo importante. La mozione unitaria approvata oggi è un segnale importante” lo ha detto Raffaele Vignali, al termine del suo intervento in Aula sulla mozione di sostegno alla candidatura di Milano per l’Agenzia europea del farmaco.

    “Milano è una città pienamente europea, viva e laboriosa che ha sempre saputo guardare al futuro con fiducia. Non solo. E’ la capitale economica e morale dell’Italia, del capitale umano, della ricerca e dell’alta formazione e la Lombardia è la prima regione europea per la chimica. A Milano da sempre le istituzioni, la società e l’economia sanno fare fronte insieme, anteponendo il bene comune alle logiche di schieramento. Questo è il frutto di una grande capacità delle grandi tradizioni culturali di Milano di coniugare insieme visione e concretezza. Per tutte queste ragioni e non solo è Milano la sede ideale per Ema la mozione unitaria approvata oggi è il segnale giusto” ha concluso.

  • lupi2images

    #EMA, LUPI: OK MOZIONE ALTRO PASSO VERSO TRAGUARDO VITTORIA #MILANO

    “L’approvazione della mozione unitaria di sostegno alla candidatura di Milano come sede dell’Ema è un ulteriore passo avanti verso un traguardo importante non solo per Milano, ma anche per le ricadute positive che avrebbe per l’intero Paese. La città ha tutte le carte in regola per portare a casa il risultato: il compito della politica, del Governo e di tutte le istituzioni è di sostenere il capoluogo lombardo in questa impresa. I 423 voti a favore della Camera sono un bel segnale”.
    Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore di Alternativa popolare.
  • Paolo Alli

    ALLI: #MILANO, CANDIDATURA DI GRANDE PRESTIGIO. #EMA

    “Nei giorni scorsi sono stato a Riga, dove, a nome dell’intergruppo parlamentare a sostegno della candidatura di Milano come sede per l’Ema ho avuto importanti colloqui. La Lettonia è uno dei paesi che non ha presentato una propria candidatura, quindi il suo sostegno sarebbe particolarmente prezioso. L’Ema è una grande opportunità per Milano e per l’Italia e rafforzerebbe ancora di più la nostra posizione in Europa. Anche nella capitale baltica ho incontrato interesse e attenzione, perché Milano è considerata da tutti una città di grande prestigio”. A dirlo è Paolo Alli, deputato di Alternativa Popolare.
    “L’offerta che è stata fatta dalla città meneghina – aggiunge – è molto solida ma dovrà affrontare una concorrenza agguerritissima. Quindi, non sarà certamente una partita facile, ma se manteniamo una forte unità abbiamo possibilità di successo”.
  • Ema DLJbJKNWkAAkjF9.jpg small

    #Ema, Lupi: Lavoriamo tutti per portarla a #Milano

    “Ero certo che Milano avrebbe superato la prima selezione come città candidata per la sede della Agenzia europea del farmaco. Su questa candidatura si è registrata la convergenza di esponenti di forze politiche diverse. Ora è il momento di continuare a lavorare tutti insieme perché l’obiettivo di portare l’Ema a Milano venga raggiunto“. Lo dichiara Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Alternativa popolare.

  • Gianfranco Sammarco

    #Terrorismo, Sammarco: rubati tre furgoni a #Milano, allerta massima

     “Il furto di tre furgoni a Milano è un fatto da tenere in seria considerazione. I terroristi che hanno attaccato molte città europee sono interessati alla dinamica omicida del camion che investe la folla e l’attenzione deve essere massima. Nel capoluogo lombardo, tra il 4 e il 6 settembre, sono stati rubati tre furgoni modello Ducato che hanno il logo di una nota ditta internazionale di trasporti”. Così Gianni Sammarco di Alternativa popolare. A diffondere l’informativa, spiega Sammarco, “è la questura che ha allertato Digos, Carabinieri e Guardia di Finanza. La nostra intelligence e le nostre forze dell’ordine stanno facendo un gran lavoro nella prevenzione dalla minaccia terroristica, un’attenzione e una professionalità che rendono i nostri ragazzi delle eccellenze in ambito europeo. Ora non dobbiamo abbassare la guardia e proseguire il gran lavoro svolto nello stroncare cellule jihadiste sparse sul nostro territorio, in un clima costruttivo di collaborazione tra Istituzioni e forze nell’ordine. La battaglia è cruciale- conclude Sammarco- e si vince solo se si resta uniti contro il terrorismo”.
  • milanorogoredoBlog03

    Causin: A #Milano luci e ombre. Sfida è riabitare luoghi come #Rogoredo. #Periferie

    Milano presenta un quadro complesso ma positivo. Si percepisce chiaramente, rispetto alle altre città visitate dalla commissione, una continuità amministrativa che ha investito sulle periferie, sia in termini di ristrutturazione delle abitazioni, delle infrastrutture e dei servizi” lo ha detto Andrea Causin, presidente della commissione parlamentare di inchiesta, a margine delle visite oggi a Cascina Nosedo, quartiere Mazzini e Rogoredo, seconda tappa della seconda giornata milanese della commissione.
    E’ una città in cammino che sta facendo un lavoro di riqualificazione delle periferie importante. Cascina Nosedo è in questo senso un esempio virtuoso di come l’impegno del territorio, dell’amministrazione e il buon utilizzo di fondi Ue puo’ riqualificare un’area e creare addirittura occasioni di lavoro grazie a start up innovative che a Cascina Nosedo lavorano sull’innovazione nell’agricola periurbana” ha spiegato.
    Accanto a queste luci permangono ombre, come Rogoredo nella quale abbiamo potuto constatare un degrado impressionante. La sfida vera è riabitare questi luoghi, riprenderli e restituirli ai cittadini. Sulle periferie si gioca il futuro del Paese e non dobbiamo dimenticarlo” ha aggiunto.
    “Nelle periferie delle 14 città metropolitane vivono circa 20 milioni di persone che in molti casi hanno servizi di serie B rispetto a chi vive nei centri o nei luoghi provvisti di servizi. Questo è inaccettabile ed è tempo di invertire la rotta. Questo è l’obiettivo di questa commissione” ha concluso.

  • Lupi

    Lupi: Capisco amarezza #Sala, ma Milano ha bisogno di un sindaco

    “Comprendo l’amarezza di Beppe Sala, capisco che non sia piacevole apprendere una notizia di reato, per il quale ci si ritiene innocenti, da un giornale,  e vedersi sbattere in prima pagina avendo coscienza di non aver fatto nulla. Se quindi una reazione istintiva è comprensibile, invito però ora il sindaco di Milano a ripensarci. I cittadini hanno scelto lui, e Milano ha bisogno di essere amministrata, ci sono urgenze da affrontare e progetti da portare avanti”. Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare.
  • img_5703-1.jpg

    LUPI: SENTENZA MILANO CHE HA NEGATO #STEPCHILDADOPTION CONFERMA QUANTO SEMPRE SOSTENUTO 

    ROMA (ITALPRESS) – “Forse adesso, di fronte alla precisione della sentenza del tribunale di Milano che ha negato la stepchild adoption a due donne che volevano adottare l’una la figlia dell’altra, avute per fecondazione assistita con il seme di un unico donatore, coloro che sostenevano che l’istituzione delle unioni civili riconosceva questo diritto alle unioni omosessuali hanno l’opportunita’ di ricredersi. Lo dico in modo particolare ai partecipanti del Family Day, che in virtu’ di questa convinzione si sono fatti sostenitori del No al referendum costituzionale”. Lo afferma Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare. “Accettando il compromesso sulle unioni civili, abbiamo sempre detto che si trattava di un istituto diverso dal matrimonio e che soprattutto non riconosceva alla coppia omosessuale il diritto all’adozione. Nulla veniva cambiato rispetto all’ordinamento attuale. Ed e’ quello che mette nero su bianco il Tribunale dei minori di Milano: l’adozione – aggiunge – non e’ un diritto degli adulti ma dei bambini abbandonati, secondo una casistica che la legge gia’ prevede e tra i quali non rientra quello della stepchild. Infatti, scrive la sentenza milanese, nella legge Cirinna’, come da noi fortemente voluto, c’e’ scritto che ‘resta fermo quanto previsto e consentito in materia di adozione dalle norme vigenti’. Il senso di ‘resta fermo’ per noi e’ stato chiaro sin dall’inizio: in materia di adozioni non ci sono novita’. Spero che ora sia chiaro per tutti”, conclude Lupi.

  • sala

    Lupi: Nessun dubbio su correttezza Sala. #Expo

    “I conti di Expo arriveranno prima delle elezioni. Sala lo auspica e mette così a tacere le insinuazioni sulla correttezza della gestione e sulla buona riuscita di Expo, sulle quali noi non avevamo alcun dubbio. La si smetta di demonizzare l’avversario, non è così che ci piace fare politica. Vogliamo che i milanesi scelgano su base dei programmi e del confronto fra i candidati. Nessuno si ritragga da questo, nessun candidato si tiri indietro dal misurarsi sui contenuti programmatici, sull’idea della Milano del futuro che proponiamo ai nostri concittadini. Milano può essere di esempio per il Paese anche su questo, su un modo nuovo di fare politica basato sul confronto e sui contenuti”. Lo dichiara Maurizio Lupi, leader della lista Milano popolare.