• garofalo

    #PonteStretto, Garofalo: Dopo bacchettata #CorteConti Governo intervenga per ridurre costi concessionaria

    Ancora una volta la Corte dei Conti bacchetta lo Stato sui costi per il mantenimento in vita di Stretto di Messina Spa, la concessionaria costituita per la costruzione del Ponte e posta in liquidazione nel 2013. Tre milioni e mezzo di euro solo negli ultimi due anni. Già lo scorso febbraio con una interrogazione parlamentare avevamo sollecitato il Governo ad intervenire con gli appositi strumenti per accelerare la definitiva liquidazione della società. Da troppi anni si trascina infatti questa situazione di cui a farne le spese sono soltanto i cittadini. Adesso però, dopo le nuove critiche della magistratura contabile, il Governo non può pensare di rimanere immobile in attesa che si definiscano i contenziosi in essere, ma ha il dovere comunque di battere un colpo per ridurre quanto prima questi costi che rimangono enormi per la comunità. Allo stesso tempo mi auguro che prenda finalmente in seria considerazione la possibilità di affidare a Anas o a Ferrovie la realizzazione del Ponte”. E’ quanto dichiara il deputato di Ap Vincenzo Garofalo, vicepresidente della commissione Trasporti della Camera.

  • garofaloIMG_1104-0

    Garofalo: stop tentennamenti su #PonteStretto, serve riflessione definitiva

    “Sono promotore di un proposta di legge sul Ponte sullo Stretto e credo sia importante far capire che c’è la necessità di un territorio che si può ammodernare solo con un collegamento tra Nord e Sud Europa. E il ponte è un elemento essenziale“. Così il vicepresidente della commissione Trasporti della Camera, Vincenzo Garofalo, deputato di Ap, intervenuto oggi pomeriggio a Messina al Palacultura al convegno “Il futuro della Sicilia: infrastrutture, territorio e mobilità” organizzato dalla Fondazione ‘Costruiamo il futuro’.

    “Per questo – ha aggiunto Garofalo – chiedo una riflessione aggiornata e definitiva. Non è accettabile più avere tentennamenti, si deve andare avanti. Da troppo tempo non c’è ammodernamento delle strade in Sicilia, ma oltre ad intervenire qui dobbiamo guardare anche ai collegamenti con il resto d’Italia e d’Europa”.

  • img_9090.jpg

    Garofalo: Sì al #PonteStretto, opera prioritaria per Paese

    “Ci batteremo affinché venga approvato il nostro emendamento che considera Il ponte sullo Stretto infrastruttura prioritaria per l’interesse del Paese”. Così il vicepresidente della Commissione trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo.”Come Area Popolare abbiamo presentato questo emendamento perché riteniamo fortemente che quest’opera rappresenti strumento indispensabile per rilanciare l’economia delle regioni del Mezzogiorno d’Italia attraverso il completamento della rete infrastrutturale primaria e il collegamento stabile viario e ferroviario tra la Sicilia e il continente. Lo sviluppo del mezzogiorno e della Sicilia in particolare, passa dalla realizzazione di questa opera. Lo sosteniamo da tempo sulla base di uno studio approfondito del sistema infrastrutturale del nostro Paese e ci impegneremo affinché, dopo decenni di promesse, questa opera diventi realtà” conclude.

     

    Roma, 14 novembre 2016

  • Lupi

    LUPI: SE RENZI LO HA DETTO LO FARA’ #PONTESTRETTO

     

    “Il Presidente del consiglio non si può permettere di dire una cosa e poi non farla. Quindi se ha detto che farà il Ponte sullo Stretto lo farà. Anche perché non possiamo continuare a prendere in giro le persone”.

    Così il capogruppo di Area popolare, Maurizio Lupi, ospite all’Aria che Tira.

    Già da ministro delle Infrastrutture mi ero detto d’accordo sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto, ma allora eravamo in un Governo di larghe intese e non era nel programma. Io credo che questa sia un’opera necessaria da concepire all’interno di un piano di infrastrutture che metta fine alla divisione del Paese in due. Non è concepibile che ci siano ben 5 milioni di cittadini che vivono in città non collegate dall’alta velocità”.

  • ponte (1)

    Scopelliti: Bene passo avanti su #PonteStretto, opposizioni se ne facciano ragione

     

    “Il passo in avanti sul Ponte sullo Stretto è un’ottima notizia. Dopo anni finalmente il Parlamento tornerà a discutere della realizzazione di un’opera fondamentale non solo per il Sud, per la Calabria, ma per tutto il Paese. Un impegno che Area popolare sta portando avanti con serietà, supportato da una proposta di legge coerente e che dimostra quanto il progetto sia pienamente realizzabile. I 5 Stelle e la Lega se ne facciano una ragione”. È quanto dichiara la deputata di Area popolare Rosanna Scopelliti.
    “Le obiezioni di quanti, nelle opposizioni, sostengono che prima ci sono altre priorità lasciano infatti il tempo che trovano. Abbiamo di fronte un’occasione storica per la crescita di tutto il territorio – prosegue Scopelliti – sia sul piano infrastrutturale, degli investimenti che dei livelli occupazionali. Rimanere nell’arretratezza non sarebbe altro che un regalo alle mafie le cui infiltrazioni, in questo caso, potrebbero essere prevenute e risolte mettendo in piedi una task force modello Expo. Si mettano dunque da parte la retorica e la demagogia – conclude la parlamentare di Ap – e per una volta si guardi davvero all’interesse del Paese”.

  • img_1540.jpg

    Garofalo: Ci avevano accusato di fare propaganda e abbiamo portato dati e numeri #PonteStretto

    Ponte Stretto, Garofalo: “Ci avevano accusato di fare propaganda e abbiamo portato dati e numeri. Nostra proposta diventi realtà”

     
    “Il Presidente del Consiglio oggi ha espresso una posizione chiara in merito alla realizzazione del Ponte e alla sua importanza in chiave infrastrutturale per il Paese. Aspettavamo questo momento. Noi siamo pronti. Si vada in aula entro Natale per fare diventare la nostra proposta di legge realtà”.
    Così il vicepresidente della Commissione trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo.
    “Abbiamo chiesto di aprire il fascicolo che in molti avrebbero voluto archiviare. Ci hanno accusato di essere populisti e di presentare un progetto per fare propaganda elettorale. Noi abbiamo messo sul tavolo dati, idee, numeri, studi. Siamo stati tenaci e Renzi pronto ad ascoltare. Oggi siamo soddisfatti. Napoli e Palermo potranno essere più vicine e l’Italia più strategica nel panorama europeo”, conclude.
  • IMG_0179.JPG

    BIANCHI: SU #PONTESTRETTO APERTURA GOVERNO E’ MERITO NOSTRO. SIAMO STATI CONVINCENTI

    Roma, 11 novembre 2015. “Il Ponte sullo Stretto è una grande infrastruttura strategica simbolo di un Sud che ce la fa. È assurdo pensare che in tutto il mondo vengano costruite infrastrutture strategiche, come in Portogallo o in Danimarca, e solo in Italia non ci siamo ancora riusciti”. A dirlo è Dorina Bianchi, Vice Presidente dei deputati del Gruppo Area Popolare (Ncd-Udc), ai microfoni della trasmissione SkyTg24 Pomeriggio. “Se ci sono state delle aperture da parte del premier Renzi al riguardo – conclude – è merito nostro, siamo stati convincenti. È il caso di ricordare che a settembre è stata approvata, anche con i voti del Pd, una nostra mozione che prevede la realizzazione del progetto”.

  • ponte (1)

    BIANCHI: BENE RENZI. PONTE STRETTO SARA’ SIMBOLO SUD CHE CE LA FA

    DOBBIAMO RAGIONARE CON UNA VISIONE DI LUNGO RESPIRO

     “L’apertura del presidente del Consiglio al Ponte sullo Stretto è un’ottima notizia così come l’annuncio di investimenti in Sicilia e Reggio Calabria . E’ chiaro che le emergenze hanno la precedenza, ma se vogliamo rilanciare il Sud dobbiamo ragionare con una visione di lungo respiro, non dettata dalla contingenza ed in questo senso il Ponte sullo Stretto è un’opera indispensabile” lo dichiara Dorina Bianchi, vicepresidente del gruppo di Area popolare. “Per troppi anni c’è stato un approccio ideologico come se il Ponte fosse il simbolo di ogni male, illegalità, corruzione e non rispetto dell’ambiente. In realtà, sarà una grande opera, simbolo di un Sud che ce la fa” conclude.

  • ponte1

    Garofalo: Ponte Stretto strategico in chiave transnazionale. Bene apertura di Renzi

    “Le parole di Renzi in merito al Ponte sullo Stretto sono l’emblema di un nuovo modo di guardare le infrastrutture in Italia non più e non solo in chiave nazionale ma transnazionale”. Così il deputato di Area Popolare Vincenzo Garofalo, vicepresidente commissione trasporti della Camera dei deputati. “Il fatto che abbia parlato di Ponte, accogliendo la proposta di AP sulla realizzazione di quest’opera e allo stesso tempo abbia annunciato investimenti per risolvere l’emergenza idrica a Messina e l’ammodernamento di strade e ferrovie in Sicilia e a Reggio Calabria, fa comprendere come si debbano tenere distinti due fronti: da un lato l’emergenza che va gestita, dall’altro la pianificazione di ampio respiro che non può essere abbandonata se non si vuole che quest’area del Paese muoia” . Roma, 6 novembre 2015

  • Enzo Garofalo

    Garofalo: Sì a nostra mozione su #PonteStretto è segnale importante per Sud

    “L’ok del Governo alla nostra mozione sul progetto del Ponte sullo Stretto è un segnale positivo che si muove nella direzione giusta, ovvero quella di riconsiderare finalmente questa opera infrastrutturale come strategica per il Mezzogiorno. Si tratta di un primo passo ma è certamente un segnale di attenzione importante da parte del Governo verso il Sud ed il suo rilancio” lo dichiara Vincenzo Garofalo, deputato di Area Popolare e vicepresidente della Commissione Trasporti alla Camera. “E’ tempo che si torni a parlare del Ponte sullo Stretto, con un approccio nuovo e maggiormente costruttivo, senza demonizzazioni inutili e dannose. Il Ponte sullo Stretto è un’opera importante, necessaria ed utile per il Mezzogiorno e la sua crescita ed è per questo che Area Popolare andrà avanti con la sua proposta di legge al riguardo. Quello che chiediamo è che si vada avanti sul merito e non sul pregiudizio, sciogliendo ogni nodo possibile, costi ed impatto, ricordandoci però tutti che esiste uno studio ed un progetto che ha già affrontato e risolti tali nodi” conclude.