• -sergio_pizzolantejpg

    Pizzolante: #Salvini vergogna, sempre riconoscenti a #Napolitano

    Salvini è una vergogna per un Paese che vuol essere civile e democratico. Esprimo verso il presidente Napolitano la mia solidarietà e un sentito, profondo senso di riconoscenza per il suo alto e imparziale ruolo svolto come presidente della Repubblica. Sia nella fase della presidenza di Silvio Berlusconi, sia all’avvio di questa legislatura quando ha scongiurato una pericolosissima crisi istituzionale. È inconcepibile l’aggressione di Salvini ad un uomo che è stato Presidente degli italiani”. E’ quanto dichiara il vicepresidente dei deputati di Alternativa popolare, Sergio Pizzolante.

  • lupi3images

    Lupi: #Salvini oggi dice ‘mai con #Ap’, ma se a Genova, La Spezia, Monza e Sesto gli facevamo schivo doveva dirlo prima

    Salvini oggi torna a gridare ‘mai con Alternativa popolare’ mentre fino a ieri la Lega diceva ‘sempre con’. Il centro moderato che Alternativa popolare rappresenta ha permesso la vittoria del centrodestra, non dico che abbiamo vinto noi, sia chiaro, ma che il nostro contributo, non solo numerico ma anche di programma e di moderatismo politico, è stato decisivo. E parlo di Genova, di La Spezia dove Ap ha preso il 6%, di Monza, di Sesto San Giovanni e ovviamente di Magenta, dove il neo-sindaco Chiara Calati, che è bravissima, è espressione proprio di Alternativa popolare. Se a Monza a Salvini apparentarsi con noi faceva schifo doveva dirlo prima. Queste elezioni amministrative sono un segnale che indica la direzione verso cui andare: il centro moderato. Il centrodestra vince quando imbocca questa strada. La controprova? A Padova hanno preferito un candidato estremista, lepenista, rissoso e non hanno avuto il nostro appoggio, né quello dei padovani, e il centrodestra a trazione Salvini ha perso. Noi al centro ci siamo, autonomamente, con la nostra serietà, il nostro coraggio e i nostri voti. E questa è una proposta politica di centro moderato alternativo al Pd per tutta Italia: a Catanzaro il centrodestra vince con il contributo del 10% di Ap, a Rieti con il nostro 5%, ed è così pure all’Aquila. La sintesi delle legittime differenze e sensibilità politiche che vivono nel centrodestra la fanno le persone, i candidati capaci di fare sintesi, unità e che non dividono. Ripeto, quando si sposta a destra il centrodestra perde”.

    Così Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Alternativa popolare, commentando in conferenza stampa al Pirellone di Milano i risultati delle amministrative.

  • img_5704-6.jpg

    #Terrorismo, Lupi: Governo complice? #Salvini sragiona, c’è un limite a tutto

    In politica non si può parlare a vanvera, soprattutto se si hanno responsabilità e seguito. Salvini dice che in Italia non ci sono attentati perché il governo è complice dei terroristi? Deve allora avere il coraggio di andare fino in fondo nella sua logica aberrante, e dire che il ministro dell’Interno Marco Minniti è il responsabile di questa complicità e che le forze dell’ordine non vengono usate per prevenire e contrastare il terrorismo ma per accogliere e mantenere i terroristi perché se ne stiano buoni. Il suo tentativo di accaparrarsi la simpatia di poliziotti e carabinieri è in realtà un omaggio ipocrita. Posso capire che la sconfitta della Le Pen in Francia lo abbia innervosito, e politicamente abbia deciso di alzare ulteriormente i toni, ma c’è un limite a tutto“. Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Alternativa popolare.
     
  • img_6965.jpg

    Lupi: Legge ad personam per processare #Alfano? #Salvini sragiona

     (9Colonne) Roma, 22 mar – “Matteo Salvini, non contento delle circa 160mila leggi vigenti in Italia, nonostante il rogo appiccato dal suo compagno di partito Roberto Calderoli sotto 375mila norme obsolete, ha pensato bene che all’Italia serva una nuova legge fatta apposta per processare Angelino Alfano. Il vecchio motto latino è sempre valido: Quos Deus vult perdere, dementat prius. Forse Salvini farebbe bene a tornare a lezione di politica (e di saggezza) da Umberto Bossi, che oggi alla Camera ha dato testimonianza di cosa voglia dire preferire il proprio Paese invece delle proprie fobie”. Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare. 

  • Gioacchino Alfano

    G. ALFANO: A #NAPOLI CORI DA STADIO? DA #SALVINI ATTEGGIAMENTO INFANTILE

     “Il lupo perde il pelo ma non il vizio e quando il diavolo accarezza vuole l’anima. Non crediamo a una parola del mea culpa di Salvini. Salvini avrebbe dovuto ricordarsi di rispettare Napoli e il Sud in tante occasioni compreso quando infervorato intonava i cori alla festa di Pontida nel 2009. Liquidarli solo come cori da stadio è un atteggiamento infantile che non cancella le offese rivolte. Può venire a fare campagna elettorale quanto vuole al Sud ma non dimentichiamo anni e anni di offese”. A dirlo è Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa e coordinatore regionale del Nuovo Centrodestra. E aggiunge: “Ha dimenticato Salvini di aver affermato che noi del Sud siamo troppo distanti dalla loro impostazione culturale, dallo stile di vita e dalla mentalità del Nord e che non abbiamo nessuna cosa in comune e che siamo lontani anni luce? Oppure quando affermava che al Sud non facciamo nulla dalla mattina alla sera, che abbiamo bellissimi paesaggi ma il problema sono le persone che ci abitano? Oppure quando diceva che non gli interessava nulla dei giovani del Sud?”
  • Lupi: Salvini arruffapopolo inconcludente. #Napolitano

    “Nei paesi civili chi accusa di tradimento un capo dello Stato e lo vuole portare a processo dovrebbe provare quello che dice, o imparare a misurare le parole. Sempre che voglia fare il leader politico e aspirare a guidare il paese e non solo l’arruffapopolo inconcludente”. Così Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare, in risposta all’attacco di Salvini contro l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

  • lupi3images

    LUPI: INOPPORTUNITA’ DICHIARAZIONI #SALVINI SI COMMENTA DA SOLA.

    L’inopportunità delle dichiarazioni di Salvini si commenta da sola. In questo momento chi patisce il dramma del terremoto, del freddo e dell’isolamento per neve ha bisogno di aiuto e non di polemiche”. Lo dichiara il capogruppo di Area popolare alla Camera, Maurizio Lupi.

  • Gianfranco Sammarco

    Sammarco: chi specula su disgrazie famiglie, no leader ma sciacallo. #Salvini

    Chi specula sulle disgrazie di migliaia di famiglie non può definirsi leader politico, ma solamente uno sciacallo. Questo è Salvini, che oggi fa propaganda strumentalizzando la sofferenza e le difficoltà dei cittadini del Centro Italia colpiti in queste ore dal maltempo e dal terremoto”. E’ quanto dichiara il deputato di Area popolare Gianni Sammarco. “Al di là dei problemi sulla viabilità, sono enormi e inconcepibili le difficoltà sul fronte dell’energia elettrica in Abruzzo. A 72 ore di distanza l’Enel parla ancora di 90 mila utenze senza luce e senza riscaldamenti. A mente fredda andranno fatti tutti gli approfondimenti del caso per capire come sia potuto accadere qualcosa di simile nel 2017”.

  • tancredi

    Tancredi: da #Salvini sciacallaggio intollerabile. #maltempo

    Da Salvini uno sciacallaggio intollerabile. In un momento di massimo sconforto per la popolazioni abruzzesi colpite dalle nevicate e dal terremoto, il rappresentante della Lega non sa fare altro che cavalcare il dramma di intere famiglie che rischiano di perdere tutto, presentandosi sui luoghi delle tragedie. Se pensa di poter raggranellare qualche voto in più speculando sulla pelle dei cittadini si sbaglia di grosso. Dovrebbe essere il momento dell’unità, della coesione, e invece abbiamo presunti leader che non hanno rispetto per niente e per nessuno”. Lo dichiara il deputato di Area popolare Paolo Tancredi.

  • misuraca3

    Misuraca: Salvini e Camusso a braccetto, ora no alibi su iter #leggeelettorale

    Salvini e Camusso ormai vanno a braccetto, parlano la stessa lingua: il primo definisce ‘sentenza politica’ la decisione della Consulta sul referendum sul Jobs Act, la seconda parla di ‘scelta politica’ in riferimento all’intervento dell’Avvocatura dello Stato. Lascio ai commentatori le considerazioni di rito. Personalmente sottolineo come, al netto dei disfattisti e dei populismi di destra e sinistra, ci sia al Centro uno spazio enorme di moderati e riformisti, di forze responsabili, come dimostrato in questi anni, sul quale è necessario improntare la prossima legislatura”. È quanto dichiara il capogruppo di Area popolare in commissione Affari costituzionali alla Camera, Dore Misuraca.
    “Tutto questo deve essere da monito anche per la discussione sulla legge elettorale che, senza l’alibi ora del referendum sull’art.18, va portata avanti nelle sedi istituzionali e alla luce di ciò che dirà la Corte costituzionale”.
     
    Roma, 11 gennaio 2017