• PizzolanteImagoeconomica_644512

    #Sicilia, Pizzolante: Si può perdere pur avendo fatto la scelta giusta

    Si può perdere nella vita pur avendo fatto la scelta giusta. Ha ragione Alfano, abbiamo perso ma abbiamo fatto la scelta giusta. Per una forza moderata e centrista che ha governato il Paese per 5 anni con il Pd e altre forze, non c’era in Sicilia e non potrà esserci in Italia altra scelta se non quella di organizzare un’alleanza partendo dall’area di governo. Come dice Franceschini! È una questione prima etica, di coerenza e poi, anche, politica. Altrimenti si rinnega il proprio lavoro. E allora non hai più nulla da raccontare”. Lo dichiara Sergio Pizzolante, vice-presidente del gruppo Ap alla Camera.
    “Hai fatto una scelta, hai governato per anni, con responsabilità ministeriali, adesso ti presenti agli elettori sulla base di quello che hai fatto e per raccontare cosa di meglio si potrà ancora fare. Perdi? Si può perdere senza perdere la faccia. C’è un vento opposto, anti sistema e di destra? Vai contro vento. Se hai coraggio – prosegue Pizzolante – puoi anche perdere, ma senza coraggio sicuramente non puoi vincere. In Sicilia si è fatto solo un errore: troppi dubbi. Strategia troppo corta e tempi troppo lunghi. Si è arrivati tardi, troppo a ridosso delle elezioni. Le scelte ti portano a perdere qualcosa, se per troppo tempo non sei stato chiaro. Ti possono far guadagnare consensi nuovi. Ma se arrivi tardi possono essere non sufficienti. In Sicilia – conclude Pizzolante – si è arrivati tardi per prendere il 5%. In Italia non bisogna perdere altro tempo se si vuol superare il 3%”.
  • dore-misuraca-400x215

    #Sicilia, Misuraca: Sondaggi? Liste pulite e competenti faranno differenza

    La valenza dei sondaggi, anche quelli diffusi in queste ultime ore, è tutta da verificare. Non tengono conto della buona fetta di elettori indecisi e, soprattutto, del supporto delle liste a sostegno dei rispettivi candidati governatore. Liste che, siamo sicuri, faranno la differenza. Tra imbarazzi e impresentabili a destra e incompetenza e parentopoli tra i grillini, noi di Alternativa popolare non temiamo nessuno. Abbiamo liste pulite e forti, con candidati non solo onesti ma competenti, capaci e molti di loro con ottime esperienze amministrative alle spalle. Proprio domani continuerà il tour dei nostri candidati a Palermo insieme al ministro Lorenzin, a Fabrizio Micari e Giovanni La Via. A differenza degli altri, noi parliamo di contenuti, affrontiamo i temi che interessano davvero i cittadini, dalla sanità al lavoro ai trasporti. Una squadra così valida e preparata sarebbe la svolta per i siciliani. Non si può dire la stessa cosa della coalizione di destra e del M5S che, tra l’altro, tra litigi, gaffe e allarmi ingiustificati, vedi l’assurdo richiamo all’Osce, stanno causando un ulteriore e inspiegabile danno di immagine alla Sicilia che assolutamente non merita”. Lo dichiara in una nota Dore Misuraca, deputato di Alternativa popolare e Responsabile nazionale degli Enti locali.
  • misuraca3

    Misuraca: Esposto #M5S sembra barzelletta. Da loro scandalo firme false. #Sicilia

    “Non è una barzelletta: il M5S, famoso per lo scandalo delle firme false a Palermo per il quale diversi rappresentanti grillini sono stati rinviati a giudizio, ha presentato un esposto proprio sulla regolarità delle firme raccolte a supporto delle liste dei candidati governatori. Mi chiedo: quale credibilità può avere questo partito? Parlano di trasparenza e organizzano consultazioni online chiuse e blindate, per poi tra l’altro annullarle quando i risultati non piacciono a Grillo e a Casalaggio. Parlano di legalità e i primi ad avere scheletri nell’armadio, come si vede, sono loro. Parlano di impresentabili e poi è constatato che la quasi totalità dei loro sindaci è indagata. Parlano di competenza e il fallimento di Roma con la Raggi è sotto gli occhi di tutti. Parlassero un pò invece dei problemi veri, di quello che interessa davvero ai siciliani, ci dicessero qualcosa dei loro programmi, se ne hanno uno e se ne sono capaci. La Sicilia ha bisogno non solo di amministratori onesti ma anche competenti. Per questo Cancelleri e M5S sono tagliati fuori in partenza”. È quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali del partito.
  • lupicoffeebreak2017-02-22-PHOTO-00003578

    #Sicilia, Lupi: #DiMaio misuri parole, non urlare sempre al complotto

    Di Maio stia attento all’uso delle parole: faremo di tutto per bloccare la legge elettorale, che cosa vuol dire di tutto? L’altro giorno ha parlato di atto eversivo, sa che cosa è stata l’eversione nella storia del nostro Paese? Vuole gli osservatori dell’Osce per le elezioni in Sicilia, pensi piuttosto a regolamentare le proprie primarie o parlamentarie che siano, che quando il risultato non soddisfa i leader le annullano come è successo a Genova. Faccio un appello a tutti: torniamo alla serietà della politica. Ed evitiamo, ogni volta che una legge non ci piace, di gridare sempre al complotto“. Lo ha dichiarato il coordinatore nazionale di Ap Maurizio Lupi intervenendo a CoffeeBreak su La7.
     
     
  • Enzo Garofalo

    #Trasporti, Garofalo: Potenziati i collegamenti veloci nello #Stretto, garanzia continuità territoriale

    Accogliamo con soddisfazione l’annuncio dell’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, Maurizio Gentile, sull’aumento fino a 23 coppie al giorno del numero dei collegamenti veloci tra le due sponde dello Stretto“. Così il vicepresidente della Commissione trasporti della Camera dei deputati, Vincenzo Garofalo, di Alternativa popolare.

    “Grazie al potenziamento sarà finalmente predisposto un collegamento diretto con Messina anche a favore di quei passeggeri che arrivano da Roma con il Frecciargento della sera e dei cui disagi avevo invitato più volte a tenere conto. Se questi maggiori investimenti sono possibili è perché, come evidenziato da Gentile, il traghettamento dei passeggeri nello Stretto è stato considerato come uno strumento indefettibile per garantire quella continuità territoriale di cui lo Stato ha il dovere di farsi carico. Perché questo avvenisse mi sono battuto, individualmente e come esponente di Alternativa Popolare, cercando di scongiurare di anno in anno la gestione ‘emergenziale’ del problema. L’annuncio di oggi – conclude Garofalo – mi dà soddisfazione e mi conforta ulteriormente rispetto alla politica di investimenti al sud intrapresa da FS”.

  • dore_misuraca

    #Sicilia, Misuraca: Tra imbarazzi a destra e incompetenza M5S, #Ap con #Micari unici credibili

    “Mentre a destra monta l’imbarazzo tra candidati impresentabili e l’oggettiva incompatibilità tra i soliti noti, mentre i grillini dimostrano ogni giorno di più la propria incompetenza e inaffidabilità, i centristi di Alternativa popolare proseguono senza sosta nel loro impegno per dare alla Sicilia un governo che sappia agganciare definitivamente il treno dello sviluppo. Con Micari e La Via stiamo girando tutte le province per illustrare ai siciliani la nostra proposta programmatica. Siamo noi l’unica alternativa credibile. Più lavoro, più welfare, attenzione ai giovani, alle famiglie, meno tasse. E ancora, infrastrutture, fondi europei, agricoltura, sono tutti temi sui quali abbiamo competenza, uomini e idee per fare bene. Domani affronteremo questi argomenti insieme al nostro leader Angelino Alfano, durante la presentazione della nostra lista a Palermo”. È quanto dichiara il deputato di Ap Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali del partito.
     
  • dore_misuraca

    Misuraca: #Vaccini obbligatori servono, candidati governatori #Sicilia prendano posizione

    “E’ inaccettabile dover continuare a leggere notizie di decessi per morbillo. Come del resto merita grande attenzione l’allarme lanciato dall’Asp di Catania sul rischio epidemia in atto. I vaccini vanno fatti. Punto. E il governo ha fatto bene a varare una legge sull’obbligatorietà della vaccinazione già in età scolastica. Così come ha confermato oggi il Consiglio di Stato. In questi mesi il ministro Lorenzin ha portato avanti una battaglia nell’interesse di tutti, della salute pubblica del Paese, anche contro violente aggressioni mediatiche da chi sostiene posizioni antiscientifiche. La Regione siciliana è intervenuta ribadendo tolleranza zero. Dopo gli ultimi fatti di cronaca, sarebbe opportuna adesso una posizione chiara anche da parte dei candidati governatori in Sicilia”. E’ quanto dichiara il deputato di Ap Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali del partito.

  • dore-misuraca-400x215

    #Sicilia, Misuraca: Consenso #Micari cresce, vero sondaggio sono urne

    “Fabrizio Micari fa benissimo ad andare avanti incurante delle polemiche su sondaggi più o meno credibili. Il nostro candidato ogni giorno di più sta riscontrando entusiasmo sul territorio, tra i cittadini, in tutte le province ed è questo il test migliore per sondare il consenso crescente degli elettori. È evidente che ai nastri di partenza Micari ha pagato un gap di notorietà rispetto agli altri candidati, ma in pochi giorni il divario si è ridotto sensibilmente e il tempo gioca dalla sua parte. A un mese e mezzo dal voto i margini di crescita sono enormi. Lui e La Via rappresentano l’unica vera novità di queste elezioni, di fronte al dilettantismo dei 5 stelle e al deja vu del centrodestra. La strada è ancora lunga e siamo sicuri che al traguardo, il prossimo 5 novembre, i sondaggi delle urne vedranno primeggiare Fabrizio Micari”. È quanto dichiara il deputato Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali di Ap.

  • LupiSiciliaImage-1

    #SICILIA, LUPI: POLITICA #AP A LIVELLO NAZIONALE NON CAMBIA

    “Sono sempre stato autonomista, sussidiario e federalista. Rispetto profondamente le scelte che i siciliani fanno nella loro autonomia. Poichè si vota per il presidente della Regione, è giusto scegliere la persona che meglio possano aiutare quella terra a guardare con positività al futuro. Il mio giudizio è che lì  la politica tutta sia stata sconfitta, sia quella di centrodestra e sinistra. Dovremmo chiedere tutti ‘scusa’ perchè la situazione è quella sotto gli occhi di tutti. C’è bisogno di politica con la p maiuscola”. Così il capogruppo alla Camera di Alternativa Popolare, Maurizio Lupi, parlando a margine della presentazione del premio Costruiamo il futuro, a proposito dell’intesa, per le elezioni regionali in Sicilia, fra Partito Democratico e Alternativa Popolare. “Un conto sono le legittime scelte che sul territorio con grande autonomia si fanno, un altro è la linea politica di Alternativa Popolare che a livello nazionale che non è cambiata. Vogliamo costruire un centro moderato, alternativo al Pd, agli estremismi e ai populismi. Non c’è una legge elettorale che preveda coalizione: se c’è un proporzionale non ci sarà alcuna coalizione. Mi auguro che alle prossime elezioni ciascuno si presenti da solo. Il resto è polemica strumentale”. “Tutte le elezioni amministrative hanno dimostrato una cosa semplice: si vince solo al centro. C’è bisogno di una proposta moderata e di centro che noi possiamo interpretare. Per questo non dobbiamo rincorrere gli altri ma essere credibili, dimostrando con serietà quello che abbiamo fatto – ha concluso Lupi-. Noi dobbiamo andare avanti da soli con orgoglio, rivendicando la nostra storia. Come dimostra la Sicilia, se ci sei ti cercano, se non ci sei non ti cerca nessuno”.

  • lupicoffeebreak12017-02-22-PHOTO-00003579

    Lupi: eventuale alleanza con #Pd in #Sicilia non è ipoteca per accordo nazionale

    “Io sono profondamente autonomista, tanto che voterò a favore del referendum di ottobre in Lombardia e la Sicilia è una regione autonoma, pertanto è giusto che i miei colleghi di partito stiano facendo le loro valutazioni. Personalmente io avrei scelto la strada del centro con un nostro candidato autorevole come La Via, con una proposta credibile che provasse a risolvere i problemi dell’isola, perchè fino ad ora, purtroppo, si è parlato solo di chi si allea con chi e non di programmi e idee. Certo è che l’eventuale accordo con il Pd in Sicilia non significa mettere un’ipoteca su futuri accordi nazionali” . Lo dichiara Maurizio Lupi, capogruppo di Alternativa popolare ospite di Coffee Break su la 7.