• calabrò

    Calabrò: Riparto FSN, apertura verso deprivazione ottima notizia. #sanità

    Qualcosa si muove e in meglio per la sanità delle Regioni del Sud. L’approvazione all’unanimità del riparto del fondo sanitario, raggiunto solo grazie a un correttivo che non ha tenuto conto solo del dato anagrafico penalizzante per la giovane Campania, indica l’inizio della caduta di veti contro il criterio della deprivazione socioeconomica“.

    E’ quanto afferma Raffaele Calabrò, capogruppo Ap in Commissione Affari Sociali della Camera.

    “L’istituzione di un tavolo di esperti dedicato allo studio di criteri che tengano conto di indice di mortalità e condizioni socioeconomiche nella distribuzione di risorse destinate alla sanità rappresenta il primo segnale concreto di cambiamento – prosegue Calabrò -. Al gruppo di esperti l’appello di portare a termine quanto prima i lavori, dalla loro parte hanno d’altronde già una solida letteratura scientifica internazional”.

  • marotta

    MAROTTA: SU #LAVORO #GIOVANI E #SUD CLASSE POLITICA ASCOLTI PAROLE PAPA E CAPO STATO.

    Sull’emergenza lavoro e sulla questione Sud ancora una volta giungono, forti e autorevoli, moniti al di fuori del Parlamento. La dimostrazione che la classe politica stenta a dare risposte pienamente esaustive alle esigenze del Paese. Una società giusta si misura dalle opportunità offerte alle nuove generazioni: come non condividere queste parole. Sul lavoro giovanile il Presidente della Repubblica e il Papa hanno tracciato il vero calendario degli impegni che la politica deve affrontare nei prossimi mesi. Senza un pieno recupero del Mezzogiorno, senza la riduzione del gap con il Nord soprattutto sul piano occupazionale, non riusciremo mai ad agganciare e consolidare la crescita di tutto il Paese. Personalmente, da uomo del Sud, sono fiducioso che già questo Governo riuscirà a dare un’accelerazione a questi problemi. Basta farlo lavorare”. Lo dichiara il deputato di Area popolare Nino Marotta.

  • Antonino Minardo

    Minardo: Paese non si può bloccare, #Sud e #giovani attendono risposte

    Le preoccupazioni del ministro Lorenzin sono pienamente condivisibili. Il nostro paese, con tutti i problemi che lo attanagliano, non può permettersi instabilità, né tantomeno un salto nel buio. Oltre alle emergenze elencate dal ministro, non possiamo dimenticare i giovani, il lavoro e il Sud che sono tra le principali priorità ad oggi che il Governo deve affrontare”. Lo afferma in una nota il deputato di Area popolare Nino Minardo.

    “Ricordo infatti che negli ultimi anni, nonostante gli sforzi, gli incentivi e le misure normative approvate, si è solo in parte attenuata l’emorragia occupazionale, soprattutto nel Mezzogiorno e in Sicilia. E’ chiaro che di fronte questo scenario, dopo mesi di dura campagna referendaria, non possiamo permetterci un Governo come un’anatra zoppa né tantomeno che il Paese si blocchi per una continua ed estenuante campagna elettorale. Tra l’altro con questa legge elettorale non avremmo alcuna garanzia di governabilità, anzi tutt’altro, col rischio di dover tornare alle urne a stretto giro. Si faccia dunque velocemente la riforma elettorale, si armonizzino i due sistemi vigenti come richiesto dal presidente Mattarella e si utilizzi il tempo a disposizione per dare risposte al Paese, in tempi brevi”.

  • Raffaello Vignali

    Vignali: Servono interventi urgenti su #Sud, lavoro #giovani e mercato immobiliare. #Fmi

    Il taglio delle stime del Pil da parte del Fmi, ma soprattutto la situazione dell’economia reale richiede interventi di politica economica urgenti da parte del Governo“. Lo afferma Raffaello Vignali, capogruppo di Area Popolare in commissione Attività produttive della Camera dei Deputati.

    “Nella Legge di Bilancio approvata a dicembre sono contenuti numerosi interventi positivi, ma non basta. Occorre, in particolare – prosegue Vignali -, intervenire decisamente su tre direttrici prioritarie: rilanciare l’economia del Mezzogiorno attraverso il potenziamento di incentivi automatici; favorire le assunzioni dei giovani attraverso una fortissima decontribuzione per almeno 3 anni; rilanciare il mercato immobiliare privato attraverso un sostegno fiscale ai costruttori che ritirino l’usato a chi acquista case in classe A o B e riqualifichino energeticamente l’‘usato’”.

  • marotta

    Marotta: “Finalmente completata autostrada Sa-Rc, ora Alta velocità al #Sud

    “Finalmente la più grande opera infrastrutturale italiana degli ultimi decenni è stata completata. È motivo di grande soddisfazione, nonostante le tante difficoltà che ci sono state. Un ringraziamento particolare a quanti vi hanno lavorato e a tutti i parlamentari che, nel corso di questi anni, hanno consentito anche con il proprio impegno che quest’opera venisse portata a termine. Un grazie al governo Renzi che ha messo il completamento dell’autostrada Salerno – Reggio Calabria tra le proprie priorità. Impegno rispettato. Ora ci aspettiamo e ci batteremo per un altro importante traguardo; l’approdo dell’Alta velocità al Sud. Per questo ci auguriamo che tutta la classe politica, il mondo imprenditoriale e la stessa Trenitalia siano solerti e lungimiranti per far sì che ciò avvenga nel più breve tempo possibile. Si tratterebbe di un’attenzione di cui ha necessariamente bisogno il Mezzogiorno per il suo sviluppo. Un’attenzione che il nostro partito guidato da Alfano ha sempre mostrato e che viene confermata dalle parole odierne del presidente del Consiglio, Gentiloni, sulle prossime misure a favore del lavoro al Sud che verranno prese domani in Cdm”. E’ quanto dichiara il deputato della lega di Area popolare, Nino Marotta.

  • img_1541-2.jpg

    Misuraca: Soddisfatti per attenzione del nuovo Governo a #Sud

    “La nomina di un ministro per la coesione territoriale e per il Sud,m. Nei mesi che abbiamo di fronte possiamo dare una svolta alle politiche che riguardano il meridione d’Italia. Con la nomina di Angelino Alfano alla Farnesina e la conferma dei ministri di Ap, Beatrice Lorenzin, Enrico Costa e Gian Luca Galletti, viene ribadita, inoltre, la qualità del lavoro fatto in questi anni nell’interesse degli italiani e del bene comune”. E’ quanto afferma il deputato di Area popolare, Dore Misuraca. 
    Palermo, 12 dicembre 2016

  • Dorina Bianchi

    BIANCHI: GOVERNO CREDE NEL #MEZZOGIORNO E INVESTE SU SUA RIPARTENZA. #LAVORO

    “530 mln per la decontribuzione totale delle assunzioni al Sud. Il Governo crede nel Mezzogiorno e investe sulla sua ripartenza. Sono stati firmati i patti con le Regioni ponendo le condizioni per la realizzazione di opere pubbliche e quindi la creazione di posti di lavoro. E questo decreto è un ulteriore passo per la crescita economica perché se cresce il Sud cresce l’intero Paese: non è uno slogan ma un dato di fatto. La decontribuzione, poi, non solo eviterà lo spopolamento dei territori ma darà una spinta maggiore ad un settore come quello del turismo che nelle regioni del sud ha ancora grandi margini di miglioramento.” Così Dorina Bianchi, sottosegretario al Mibact con delega al turismo.

  • img_1541.jpg

    Misuraca: Trend #Sud positivo, tanto da fare ma strada è giusta.

     “Continua il trend positivo del #Sud, lo conferma oggi la #Svimez. Cresce il Pil, sale l’occupazione trainata da agricoltura e turismo. Viene confermata quindi la bontà della decontribuzione sulle nuove assunzioni per le aree del Mezzogiorno e le regole del Jobs Act volute dal governo e da Area popolare. Per questo sarebbe opportuno estendere questo bonus anche per i prossimi anni. Segnali di ripresa si registrano inoltre per le imprese, anche loro destinatarie di agevolazioni fiscali che abbiamo introdotto in questi anni. E’ ovvio che tutto ciò non basta, c’è ancora tanto da fare per tornare ai livelli pre-crisi e recuperare il ritardo del passato e il gap con il Nord. Ma siamo sicuri che la strada imboccata è quella giusta”. E’ quanto scrive su Facebook il deputato di Area popolare Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali di Ncd. 

     

    Palermo, 28 luglio 2016

     

  • tancredi

    TANCREDI: AZIONE AP DECISIVA PER RILANCIO MEZZOGIORNO 

    “I dati diffusi oggi dall’Istat, in particolare l’aumento del Pil nel Mezzogiorno, superiore a quello della media nazionale, e il recupero anche sul fronte del lavoro, certificano che la maggioranza di governo ha imboccato il sentiero giusto. Tanto resta da fare per risolvere problemi strutturali che frenano le potenzialità di sviluppo del Sud Italia, consentendo di liberare energie imprenditoriali strette nella morsa degli impedimenti alle politiche di investimento. Area popolare non può che guardare con soddisfazione a questi segnali di ripresa, essendosi mossa con una determinazione che ha ispirato provvedimenti concreti e importanti in direzione del rilancio del nostro Mezzogiorno”.

    Lo afferma Paolo Tancredi, vicepresidente della Commissione Politiche Ue alla Camera.

  • dore-misuraca-400x215

    #Misuraca: Sud che rialza testa è notizia del giorno

    “Il Sud rialza la testa e per la prima volta dopo anni diventa la locomotiva d’Italia. Questa è la notizia del giorno. I dati Istat ci danno un quadro nuovo, per alcuni forse inaspettato, ma che sicuramente va consolidato. Il Pil e l’occupazione crescono nelle regioni del Sud oltre la media nazionale e quindi superiore al Nord. C’è il boom nel settore agricolo. E’ un primo vero segnale che ci fa ben sperare e che premia gli sforzi del governo, di cui i popolari sono una componente decisiva e fondamentale, per il Mezzogiorno”. È quanto dichiara il deputato di Ap Dore Misuraca, responsabile nazionale Enti locali di Ncd.

    “Le agevolazioni per le imprese che investono al Sud, gli sgravi fiscali confermati per le assunzioni nelle regioni meridionali sono solo alcuni esempi di interventi portati a casa grazie al contributo di Ap anche nelle precedenti leggi di stabilità. È ovvio – prosegue Misuraca – che tutto ciò è insufficiente, sono tante ancora le emergenze da affrontare e molto c’è da fare, ma sappiamo bene che la nostra economia potrà consolidare la crescita solo se il Sud sarà protagonista. E questa sarà una delle nostre priorità anche per la prossima finanziaria”.