• imagestancredi

    #Def, Tancredi: Positivo no aumento #tasse, ora insistere su taglio spesa

    Una prima analisi sul Def è sicuramente positiva. C’è innanzitutto la promessa di non aumentare le tasse rispettando gli obiettivi in accordo con l’Europa, e questo va in linea con le nostre politiche economiche. Naturalmente aspettiamo di vedere nel dettaglio i numeri, alla luce dei quali presenteremo le nostre proposte migliorative”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

    “Siamo consapevoli che di fronte a noi non abbiamo un percorso semplice, e lo dimostra l’intenzione del governo di smontare le clausole di salvaguardia per cui serviranno nuovi tagli di spesa. Proprio su questo fronte insistiamo e sollecitiamo l’Esecutivo a osare di più, per una maggiore e decisa riduzione selettiva e mirata della spesa pubblica improduttiva anche in funzione, ovviamente, di quanto annunciato per il prossimo anno. Giudichiamo positivo il piano investimenti – aggiunge Tancredi -, così come l’ampliamento dei salari di produttività e l’impegno sul taglio del cuneo fiscale, un intervento dirimente per rilanciare il mercato del lavoro in maniera strutturale. Sul fronte delle privatizzazioni auspicavamo che il governo riuscisse a fare di più, ma non possiamo disconoscerne l’azione. Non c’è alcun passo indietro anche perché è previsto un gettito costante dalle privatizzazioni annunciate. Nel Pnr, infine, c’è la legge sulla concorrenza mentre sulla riforma del catasto continueremo a vigilare per evitare qualsiasi forma di stangata per i milioni di proprietari di immobili”.

  • img_6514.jpg

    Tancredi: Da Ap proposta per colmare vuoto normativo, Pd batta un colpo. #Voucher

    Sui voucher non indietreggiamo e, come promesso, stiamo offrendo tutti gli strumenti per evitare un vulnus imperdonabile a danno di migliaia di imprese e tanti lavoratori. Domani presenteremo due nostri emendamenti al dl del governo con i quali, in particolare, vogliamo dare la possibilità alle imprese di acquistare i buoni lavoro fino al prossimo 15 maggio. Nel frattempo è di grande importanza la notizia, rilanciata dal nostro capogruppo Lupi, che la proposta di legge di Alternativa popolare per ovviare all’eliminazione dei voucher sia stata già calendarizzata. Siamo dalla parte delle imprese e raccogliamo l’allarme di Confesercenti che nei giorni scorsi ha denunciato come la decisione di abrogare i voucher stia creando seri problemi alle aziende, anche in vista dell’inizio della stagione turistica. Siamo al lavoro per colmare questo vuoto normativo. Il Pd batta un colpo e si svincoli dall’abbraccio mortale della Cgil”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

    Roma, 29 marzo 2017

  • img_7077.jpg

    Tancredi: #Dijsselbloem faccia passo indietro, rilanciare governance democratica

    Le parole di Dijsselbloem si qualificano da sole. In certi ambienti persistono stereotipi che screditano ulteriormente le istituzioni europee. Un passo indietro del presidente olandese dell’Eurogruppo sarebbe ora più che opportuno. Certo è che si impone sempre di più il problema della governance democratica dell’Unione europea. Perché questa Ue senza legittimazione del popolo, senza precise attribuzioni né dotazioni sta mostrando tutti i propri limiti. Un’Europa democraticamente eletta può essere, inoltre, la giusta e necessaria risposta alle forze antisistema nei vari paesi europei, a maggior ragione in questa precisa fase storica in cui solleticano le paure della gente, come dimostra la fuoriuscita di oggi della Lega dall’Aula della Camera. Serve rilanciare il sogno europeo, e oggi il presidente Mattarella lo ha ricordato in maniera impeccabile”. E’ quanto dichiara il vicepresidente della commissione Politiche Ue, Paolo Tancredi, di Ap. 

    Roma, 22 marzo 2017

  • tancredi

    Tancredi: Decreto #Terremoto primo passo, ora insistere su zona franca

    Soddisfazione per l’esito del lavoro in commissione sul decreto Terremoto. Insieme ai colleghi abruzzesi siamo riusciti a migliorare tanto il provvedimento, certi che c’è ancora altro su cui intervenire. Non possiamo considerare il decreto esaustivo, ma sicuramente si tratta di un primo importante passo. Un ringraziamento va anche ai membri di Governo che hanno dato ascolto alle esigenze che venivano dal territorio”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

    “Innanzitutto è stato allargato il cratere sismico ad altri nove comuni: Castelcastagna, Colledara, Isola del Gran Sasso, Pietracamela, Fano Adriano, nel teramano, Barete, Pizzoli e Cagnano Amiterno in provincia de L’Aquila e Farindola nel pescarese. In questo modo sono stati sanati degli squilibri evidenti, in attesa poi di intervenire per colmare altre esigenze. Grazie a un altro emendamento a mia prima firma, e riformulato dalla relatrice, per i territori entro il cratere sono stati equiparati i danni dall’emergenza maltempo a quelli dovuti al terremoto. Per i territori fuori dal cratere – aggiunge Tancredi – sono state rifinanziate le norme della legge di Stabilità 2016: per i privati il risarcimento delle prime e seconde case (rispettivamente dell’80 e del 50 per cento), per le aziende invece il risarcimento del danno. Rimane aperta la partita relativa ai danni subiti dalla neve per i Comuni e la Pubblica amministrazione fuori dal cratere, per i quali il Governo si è impegnato a intervenire all’interno del Dl Enti locali che sarà approvato a breve. Pieno sostegno anche alla norma che concentra tutto l’8 per mille nazionale nelle zone del cratere per i prossimi dieci anni, strumento formidabile per il ripristino del patrimonio artistico e culturale delle zone ferite dal sisma”.

    “Ritengo inoltre di grande importanza – prosegue il parlamentare abruzzese – l’annuncio fatto dal Governo, in sede di commissione, dell’avvio di una procedura di notifica all’Ue per istituire una zona franca nel cratere che si poggerebbe su: esenzione fiscale ed esenzione contributiva per aziende e professionisti, comprese le aziende che prenderanno la residenza nella zona per i prossimi tre anni; naturalmente questo provvedimento è sottoposto alla regole del de minimis e cioè con un massimo di 200 mila euro l’anno per azienda. Insisteremo molto su questa norma perché rappresenterebbe la vera misura anti spopolamento. L’impegno concreto per rilanciare lo sviluppo di tutta la regione. E’ chiaro che insieme agli edifici se non ricostruiamo anche l’appetibilità economica rischiamo di realizzare una ricostruzione nel deserto. In attesa dell’istituzione della zona franca – conclude Tancredi – riveste un significato particolare la norma approvata questa notte che riserva al cratere sismico il dieci per cento, ovvero 150 milioni di euro, del fondo di 1,5 miliardi relativo ai contratti di sviluppo nazionali istituiti dal Mise con Invitalia, attraverso cui saranno realizzate le infrastrutture e si favoriranno investimenti e l’insediamento di realtà produttive”.

  • imagestancredi

    Tancredi: #Pd e #Cgil ormai a braccetto, no ad abolizione #Voucher

    Pd e Cgil ormai vanno a braccetto. Sul congresso del Partito democratico si sta consumando un grave strappo con migliaia di cittadini e lavoratori. Ribadiamo il nostro no all’abolizione dei voucher, sì a modifiche e sì alla flessibilità del mercato del lavoro. Stop a totem ideologici del secolo scorso”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.
     
  • img_6025.jpg

    Tancredi: Da Abruzzo parte confronto per nuovo corso moderati

    Abbiamo scelto Roccaraso per sostenere l’Abruzzo e mandare un messaggio chiaro: la regione è viva e in corsa. Siamo stati vittime di una informazione che, anche in buona fede, ha dato l’immagine di una terra in ginocchio e rischiosa da frequentare. Certamente il terremoto, che ha riguardato una parte stretta della regione, è stato una catastrofe ma l’Abruzzo è una terra viva, con ancora forte capacità di attrattiva turistica e strutture, che qui a Roccaraso sono per esempio all’avanguardia”. Lo ha detto il deputato abruzzese di Ncd-Area popolare Paolo Tancredi, aprendo la seconda giornata della Winter School della fondazione ‘Costruiamo il futuro’ di Maurizio Lupi, in svolgimento a Roccaraso.‎

    “Questa due giorni ha anche un particolare significato politico, perché si incrocia con un momento di snodo della politica nazionale. Tutte i partiti e movimenti sono in una fase di ripensamento e ricollocamento. Nel centrodestra – ha aggiunto – c’è un dibattito aperto, il Pd sta ripartendo addirittura dalle sue origini. Per quanto riguarda Ncd, raddoppieremo il nostro impegno, stiamo cercando un campo nuovo su cui giocare, moderato, liberale, solidale e sarebbe sbagliato cercarlo solo nel palazzo. Per questo, qui a Roccaraso, abbiamo deciso di confrontarci con la società reale, con il mondo dell’impresa e del lavoro, che rappresenta il target di chi fa politica, di chi sta individuando un campo nuovo. Vanno bene le aperture ad altre formazioni – ha concluso Tancredi – ma quello che bisogna fare è aprire la finestra e vedere quello che sta facendo il mondo reale. Qui a Roccaraso abbiamo cominciato a farlo”.

    Roma, 11 marzo 2017

  • Teramo (69)

    #Terremoto, Tancredi: Contro spopolamento universitario a #Teramo risorse per nuova #casadellostudente

    “Il rischio spopolamento universitario a Teramo è estremamente attuale, in considerazione del disagio socio-economico derivante dagli eventi sismici. Per evitare ciò abbiamo presentato un emendamento al decreto Terremoto, in discussione alla Camera, che prevede una riserva di 9 milioni di euro, sui fondi per l’edilizia universitaria, destinata all’azienda per il diritto allo studio di Teramo che in questo modo, senza oneri aggiuntivi per il bilancio dello stato, potrebbe tempestivamente avviare il progetto di ristrutturazione della storica sede dell’ateneo che diverrebbe la nuova casa dello studente, nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza e antisismici. Vogliamo che a Teramo si continui a garantire il diritto allo studio e il regolare svolgimento dell’attività educativa e didattica”. E’ quanto dichiara il deputato Paolo Tancredi, capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera.

  • tancredi

    Tancredi: #Fi più che un taxi, una ruota di scorta di #Salvini

    Mi dispiace per Furlan che pensa di essere a bordo di un taxi lussuoso pronto a sfrecciare una corsa vincente. Non vorrei che anziché un taxi, altro non fosse che la ruota di scorta di Salvini e della sua Lega antieuropeista. Ma contento lui…. contenti tutti”.Lo dichiara l’on. di Area popolare, Paolo Tancredi.
  • ricostruzione15665-abruzzo-cipe-fondi-per-ricostruzione-pubblica-post-sisma

    #Terremoto, Tancredi: Da #Ap pacchetto emendamenti a sostegno sindaci territorio

    Abbiamo presentato un corposo pacchetto di emendamenti, circa ottanta, al decreto Terremoto. Ci sono tutti i presupposti perché i principali vengano accolti con un’ampia convergenza. Si tratta di proposte che fanno seguito anche agli incontri che gli amministratori del territorio abruzzese e teramano hanno avuto la scorsa settimana con le rappresentazioni istituzionali, sia parlamentari che governative”. E’ quanto dichiara il deputato Paolo Tancredi, capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera.

    Tra gli emendamenti più qualificanti – prosegue – quello che consente la possibilità di ottenere il riconoscimento del cosiddetto ‘danno integrato’, ovvero il danno plurimo causato dal sisma, dalla precipitazioni atmosferiche, dall’interruzione del pubblico servizio e, in alcuni casi, anche dal dissesto idrogeologico, consentendo dunque la ‘cumulabilità’ del danno. Abbiamo chiesto poi la costituzione di una zona economica speciale (Zes) per l’area del Parco del Gran Sasso, al fine di rilanciare l’economia locale, e l’accelerazione della spesa dei fondi per la messa in sicurezza delle scuole e per l’edilizia scolastica. Proponiamo inoltre di ampliare il ‘cratere’ inserendo altri Comuni, che hanno avuto danni o ripercussioni dal terremoto, tra quelli che possono beneficiare delle misure previste dal decreto. Vogliamo dare ai privati, in attesa dei moduli abitativi, la possibilità di ricostruirsi una casetta amovibile senza la necessità di effettuare prima la Scia e prevediamo anche un indennizzo per il danno lieve. Sul piano prettamente finanziario – aggiunge Tancredi – prevediamo il recupero delle somme di bilancio, già stanziate, per evitare che vengano inutilmente perse, e l’ampliamento delle esenzioni fiscali, sia della durata che del numero. Infine, vogliamo consentire che la Regione Abruzzo possa rimodulare le risorse comunitarie, in modo da svincolare alcune spese previste per altri capitoli e destinarle all’emergenza e al rilancio dell’economia locale”.

  • imagestancredi

    Tancredi: Avanti con taglio cuneo fiscale e a #spesapubblica

    Il Paese non può certo permettersi di buttare via un anno senza fare nulla, inseguendo il congresso Pd o le polemiche politiche. Per questo sosteniamo con forza l’azione pragmatica e concreta del Governo e l’intenzione di Gentiloni, come anticipato dalla stampa, di tagliare il cuneo fiscale e avviare una nuova fase di spending review. Il taglio del costo del lavoro e della spesa pubblica improduttiva sono due punti fondamentali del nostro programma liberale. Così come condivido pienamente le parole del ministro Calenda, più fatti e meno parole. E così, avanti sulla riduzione dei costi dell’energia per le imprese, bene gli incentivi a favore delle pmi che investono al Sud, e si riveda lo strumento dei voucher senza che si pensi assolutamente di abolirli. Sosteniamo il Governo ad andare avanti, non certo nel fare passi indietro”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Area popolare in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.