• imagestancredi

    Banche, Tancredi: Caso #Etruria strumentalizzato, ma no a screditare istituti vigilanza

    “Se ce ne fosse ancora bisogno con l’audizione del pm di Arezzo in commissione d’inchiesta sulle vicende di banca Etruria, è stato sgombrato il campo da presunti conflitti di interesse per l’ex ministro Boschi e da eventuali responsabilità del padre. E’ chiaro quindi come il caso sia stato strumentalizzato politicamente in questi mesi”. E’ quanto dichiara il deputato di Alternativa popolare Paolo Tancredi, componente della commissione di inchiesta sulle banche. “Allo stesso tempo – prosegue – le audizioni fin qui svolte, comprese quelle riguardanti altre crisi bancarie, hanno messo in luce carenze sistemiche e strutturali nell’apparato di vigilanza e controllo, sulle quali naturalmente va fatta una approfondita riflessione. Ciò al di là di quelle che sono, accertate, le macroscopiche responsabilità di management di banche e dei singoli soggetti. Detto questo, però, dobbiamo stare in guardia dai rischi di una demolizione delle istituzioni preposte alla vigilanza del credito italiano. Sarebbe un indebolimento di tutta la credibilità generale e dell’intero sistema Paese. E questo non possiamo metterlo in discussione”.

  • imagestancredi

    #Fisco, Tancredi: Stop dichiarazione redditi non sia antipasto nuovi adempimenti

    “L’abolizione della compilazione della dichiarazione dei redditi è un fatto molto importante. Viene incontro alle nostre politiche per un fisco amico. Ma è chiaro che la rivoluzione annunciata dal nuovo direttore dell’Agenzia delle Entrate non può essere un punto fermo e rigido, esclusivamente formale, né costituire un elemento presuntivo o un antipasto di nuovi adempimenti. Questo per noi non andrebbe bene. Con il contribuente è arrivato il momento di instaurare un rapporto collaborativo. È positivo infatti che cambi finalmente l’approccio nei suoi confronti, da controllato a controllore. Ma l’Agenzia delle Entrate deve diventare davvero un supporter del contribuente, il quale deve avere il modo e tutto il tempo necessario per valutare, vagliare ed eventualmente correggere il documento che gli è arrivato dal fisco. Su questo vigileremo e saremo molto attenti. Da anni si parla di fisco amico, speriamo che adesso sia la volta buona. Solo passi avanti, no a passi indietro”. E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi, intervenendo alla Conferenza programmatica di Alternativa popolare in svolgimento a Roma.
     
  • banca italia

    #Bankitalia, Tancredi: Istituzione criticabile ma no a processi sommari

    “Il gruppo di Alternativa popolare vota contro la mozione del M5S e contro ogni mozione del genere. Non è un metodo ortodosso per un Parlamento entrare in una decisione che spetta al capo dello Stato e all’Esecutivo” lo ha detto Paolo Tancredi, deputato di Ap e capogruppo in commissione Bilancio della Camera, in Aula durante il voto sulle mozioni Bankitalia.

    Banca d’Italia può e deve essere criticabile, sottoposta anche alla responsabilità degli atti di vigilanza che compie ma rimane un’istituzione di questo Paese di valore altissimo valore, difficilmente paragonabile con altre istituzioni per quanto riguarda integrità, capacità, cultura e professionalità che porta al suo interno. Per questo, non possiamo permetterci un processo aperto al comportamento di Banca d’Italia, perché metterebbe in discussione tutto il nostro sistema bancario agli occhi degli investitori, dei creditori, dei clienti, ma anche agli occhi dei mercati internazionali in un momento in cui abbiamo recuperato una stabilità del sistema bancario” ha spiegato Tancredi.

    “Siamo nel pieno di un’attività ispettiva del Parlamento molto forte, la Commissione finanze del Senato ha già fatto due indagini conoscitive e da due settimane è partita la Commissione d’inchiesta sulla sistema bancario italiano. Riteniamo che sia quello il luogo idoneo per discutere della storia del sistema bancario italiano in questi anni, storia a cui ha contribuito nel bene e nel male, questo non c’è dubbio, anche l’autorità di vigilanza. Il Parlamento deve porre la questione della legislazione legata alle attività di vigilanza e all’atteggiamento dell’istituzione Banca d’Italia in generale ma nel merito e nel metodo rifiutiamo la logica dei processi sommari attraverso le mozioni” ha concluso.

  • tancredi

    Tancredi: #Pd si unisca a noi, decontribuzione #over50 in #LeggeBilancio

    “Da settimane Alternativa popolare ha posto l’accento sulla necessità che nella legge di Bilancio la decontribuzione per le nuove assunzioni fosse strutturale e non solo per i giovani ma anche per gli over 50 che hanno perso il lavoro. Il Cdm ieri ha recepito solo parte delle nostre proposte, inclusa la decontribuzione totale per i nuovi assunti al Sud. Oggi il segretario del Pd Renzi accoglie anche la proposta, rilanciata questa mattina dal coordinatore di Ap Maurizio Lupi, di dare risposta ai cinquantenni che si trovano fuori dal mercato del lavoro. Benissimo. Ma una risposta bisogna trovarla adesso, non nella prossima legislatura. Il Pd si unisca a noi in questo impegno durante l’iter parlamentare della manovra”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

  • imagestancredi

    #Industria, Tancredi: Dati positivi stonano con annuncio misure restrittive su #Npl

    “I nuovi positivi dati sull’industria italiana ribadiscono quanto già è sotto gli occhi di tutti, ovvero la bontà degli interventi messi in atto dai governi che si sono succeduti in questi anni, dai super ammortamenti al credito d’imposta, dal taglio dell’Irap fino agli ultimi contenuti nel piano Industria 4.0. Interventi virtuosi, come implicitamente confermato anche oggi dalle nuove stime al rialzo previste dal Fmi sul Pil, che dimostrano tra l’altro come la ripresa sia costantemente incentivata oltre che dai consumi anche dagli investimenti. Queste notizie incoraggianti stonano però con le misure restrittive annunciate dalla Bce sugli Npl, gettando un’ombra sul futuro del sistema economico italiano in relazione ai possibili effetti a danno delle pmi e quindi dell’erogazione del credito. E’ chiaro infatti che ci sono molte imprese deboli, ma con progetti validi, che non hanno la possibilità economica per fare gli investimenti iniziali al fine di poter poi fruire degli incentivi previsti dal governo. Serve dunque credito da parte delle banche. Per questo il rischio credit crunch a seguito delle nuove misure della Bce sui non perfoming loan sarebbe il colpo di grazia per il nostro tessuto imprenditoriale”. Lo dichiara Paolo Tancredi, capogruppo Ap in commissione Bilancio.
  • bancaindex

    #Banche, Tancredi: Norme #Npl penalizzanti per sistema bancario e #pmi europee

    “Condividiamo le preoccupazioni di Abi riguardo alle anticipazioni sul nuovo regolamento Bce sui Npl. L’impostazione che si prevede da alcune anticipazioni sarebbe oltremodo penalizzante non solo per il sistema bancario italiano ma per tutto il mondo delle piccole e medie imprese europee” lo dichiara Paolo Tancredi, capogruppo di Alternativa popolare in commissione Bilancio della Camera.

    “Tra l’altro sulla messa in sicurezza del sistema del credito le banche italiane hanno fatto moltissimo in questi anni . Ma l’ipotizzata copertura al 100 per cento è del tutto irragionevole anche a fronte della comunque consistente massa di garanzie alla base di quei crediti che gli interlocutori europei sembrano non volere assolutamente considerare” spiega Tancredi.

    “In ogni caso un tale accantonamento di risorse porterebbe inevitabilmente alla scelta delle banche di irrigidire la politica del credito con inevitabili ripercussioni sull’economia reale, proprio in un momento in cui i segnali di ripresa stanno riportando fiducia tra le imprese italiane che ricominciano ad investire e hanno bisogno di istituti bancari che le sostengano in questo processo” conclude.

  • tancredi istat 22090201_1628193133909788_3709175885852039056_n

    #Lavoro, Tancredi: #Istat conferma passi in avanti, ora taglio #cuneofiscale strutturale

    “L’Istat oggi certifica un altro piccolo passo in avanti verso il consolidamento della ripresa: l’occupazione cresce mentre la disoccupazione è in calo, inclusa quella giovanile. Un dato che si aggiunge agli altri riscontri positivi delle ultime settimane, per quanto riguarda l’exploit del Pil e della produzione industriale. Si tratta di indicatori che, messi insieme, danno l’idea del percorso virtuoso intrapreso dalla nostra economia, reso possibile anche grazie alla stabilità del Governo garantita da Alternativa popolare. E’ inutile ripetere che ancora tanto, tanto c’è da fare. A partire proprio dalle misure per il mercato del lavoro. Per questo ribadiamo che nella prossima legge di Bilancio il taglio del cuneo fiscale debba essere strutturale, con un occhio di riguardo anche agli over 40 e 50, non solo ai giovani. Oggi servono infatti interventi tali da dare un segnale di fiducia duratura, le imprese hanno bisogno del medio periodo per organizzarsi e poter assumere”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

  • Pil TancrediDKPrry_W0AAhN7F.jpg small

    #Pil, Tancredi: Dopo il rialzo delle stime #Bce, Governo scommetta su maggiore crescita per il 2018

    “La Bce rivede al rialzo le prospettive di crescita nell’area euro. Un’ottima notizia che arriva proprio alla vigilia della nota di aggiornamento sul Def. Per noi si tratta di un ulteriore segnale che è giunto il momento per il nostro governo di scommettere senza indugi sulla crescita per il 2018, azzardando anche previsioni più ottimistiche del Pil”. E’ quanto dichiara il capogruppo di Alternativa popolare in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi.

    “L’Italia, infatti, rispetto alle previsioni di inizio anno, è cresciuta di più rispetto agli altri Paesi dell’area euro. Per questo, ben consapevoli della precarietà e dei rischi, riteniamo che il governo Gentiloni debba avere più coraggio sulle previsioni del Pil. Uno scenario che consentirebbe di attingere nuove risorse preziose da utilizzare nella prossima legge di Bilancio e, magari, di innescare un clima positivo, un circolo virtuoso ad esclusivo interesse del sistema Paese”.

  • imagestancredi

    #Ue, Tancredi: Ok a ministro economico europeo, ma serve anche responsabilità

    Da Juncker un importante e meritato riconoscimento all’Italia e al suo ruolo in Europa. Condivido poi la sua proposta sul ministro unico delle Finanze, tesi che sostengo da tempo. Personalmente ritengo infatti che l’Unione europea debba andare avanti con politiche economiche e fiscali coordinate ma, allo stesso tempo, serve una responsabilizzazione di tutti. E’ chiaro quindi che se dobbiamo andare verso una sempre maggiore integrazione allora occorre riconoscere poteri e piena responsabilità a chi sarà chiamato a ricoprire questo ruolo”. Lo dichiara il vicepresidente della commissione Politiche Ue della Camera, Paolo Tancredi, di Alternativa popolare.

  • tancredi

    #Lavoro, Tancredi: Su taglio #cuneofiscale strutturale giusta direzione marcia Governo

    Taglio del cuneo fiscale strutturale e un occhio di riguardo anche per gli over 50, non solo per i giovani. Durante il question time abbiamo avuto conferma dal ministro Poletti che la direzione di marcia intrapresa dal Governo per la prossima legge di Bilancio è quella auspicata da Alternativa popolare. E’ chiaro che oggi servono interventi strutturali nel tempo tali da dare un segnale di fiducia duratura, le imprese infatti hanno bisogno del medio periodo per organizzarsi e poter assumere. Il tutto all’interno di uno scenario virtuoso, in cui i dati dell’economia danno ragione alle politiche del Governo, in materia di occupazione e produzione industriale solo per fare un esempio, e mentre la stessa Bce ha riconosciuto l’impatto positivo del bonus 80 euro sui consumi e quindi sul potere di acquisto delle famiglie”. E’ quanto ha dichiarato il capogruppo di Ap in commissione Bilancio alla Camera, Paolo Tancredi, intervenendo durante il question time alla Camera con il ministro Poletti.